Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

27 Dicembre 2017

Contraddizzioni natalizzie

Contraddizzioni natalizzie

***

‘Gni du’ parole una è ‘na biastima,

ce l’hai co clero, Papa, preti e sòre,

rifiuti ‘gni concetto de Signore,

o si ce l’hai, de certo nun ciài stima.

***

Te vanti d’èsse ateo, come onore,

tu ch’hai capito tutto da là in cima,

pe te prima der monno, dico, prima,

ce stava er gnente, mica er Creatore.

***

Poi ariva er tempo giusto der Natale,

e stai ‘na settimana a comprà pacchi,

ne li negozzi ar centro commerciale.

***

In amicizzia fatte dì, via cavo,

 senza che te ce sformi, ossia te ‘ncacchi,

ma fasse véde bene, da uno bravo?

***

Stefano Agostino

_______________________________

***

  1. Concetto der sonetto che me so’ sempre pòsto. Purtroppo ‘sta festività ha perzo l’89% der valore religgioso: è solo ‘n’evento commerciale.

    Comment di 'svardoASR'29 — 20 Dicembre 2013 @ 08:52
  2. Il Salvatore è nato in povertà, il Natale dunque dovrebbe essere celebrato in sommessa sobrietà, ma è vissuto invece come la festa dell’opulenza e del consumismo… E’ questa forse la maggiore contraddizione poichè è rappresentata proprio da coloro che si dicono cristiani!

    Comment di Silvio — 20 Dicembre 2013 @ 09:38
  3. Centrato in pieno: il Natale festeggia la nascita di Gesù, non l’arricchimento dei commercianti!

    Comment di letizia — 20 Dicembre 2013 @ 11:39
  4. ‘Gni du’ parole una è ‘na biastima,
    ce l’hai co clero, Papa, preti e sòre,
    rifiuti ‘gni concetto de Signore,
    o si ce l’hai, de certo nun ciài stima. … (continua)

    Comment di Stefano — 27 Dicembre 2017 @ 07:40
  5. Caro Stefano, non dobbiamo stupirci più di tanto per le contraddizioni e l’incoerenza, girando il globo ho visto sfarzosi addobbi natalizi, corsa ai regali e babbi Natale in strada anche in paesi asiatici di religione buddista, segno evidente che tutto il mondo non cristiano ha ormai acquisito questa ricorrenza come una festa squisitamente commerciale e di costume.

    Comment di Silvio — 27 Dicembre 2017 @ 10:05
  6. Il Natale non è più una festa cristiana, ma una festa di centri commerciali. Da ragazzini i regali erano caramelle e cioccolatini (pochi) o al massimo articoli di abbigliamento, ma tutto cambia.
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 27 Dicembre 2017 @ 10:48

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>