Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Frammenti di Roma,I sonetti romani

3 Maggio 2014

Er sampietrino de Piazza Venezzia

Er sampietrino de Piazza Venezzia

***

Sei un cubo, si scavato, sei massiccio,

sei un sercio quadro, intento a fà la fila,

co l’artri appiccicato, in diecimila,

come in un “pazzol”, pe coprì er tericcio.

 ***

Accatastato sopra a quela pila,

t’hanno appoggiato lì, ché davi impiccio,

chissà a chi je s’è sciorto quer capriccio

e aspetti che quarcuno t’arinfila.

 ***

Come si fosse solo che un’inezzia,

te vonno toje pe colà l’asfarto

e arifà er fonno de Piazza Venezzia.

 ***

Cervello che a ’st’idee j’ha dato parto,

dimostra, a raggionà de ’sta facezzia,

ch’è solo lui er sercio ch’è de scarto.

***

Stefano Agostino

__________________________________

  1. Sei un cubo, si scavato, sei massiccio,
    sei un sercio quadro, intento a fà la fila,
    co l’artri appiccicato, in diecimila,
    come in un “pazzol”, pe coprì er tericcio. … (continua)

    Comment di Stefano — 3 Maggio 2014 @ 08:27
  2. Vero, anzi verissimo. Ognuno ch’ariva ar posto de Sinnaco, se fa pija da la smania de leva li sampietrini da P.za Venezia, da Via Nazzionale e seguitanno a l’antri posti andove ce so’ sti serci, pe fa’ posto ar catrame. Li serci, ‘nfilati sopra er tericcio o sabbia, assorbeno l’acqua piovana e eviteno l’allagamenti, ner mentre er bitume’mpermeabbilizza e fa ristagna’ l’acqua fino a allaga’ le strade. Certo che, tra Sinnaci e Assessori varì, li capoccioni capiscioni de ‘na mazza abbondeno.

    Comment di 'svardoASR'29 — 3 Maggio 2014 @ 10:39
  3. Cor freddo e la piova er catrame se spacca e sorteno fòra le buche co la conseguenza de sta sempre a caccia’ sordi pe ripara’; siccome li sordi nun ce so’, le buche aresteno operte.

    Comment di 'svardoASR'29 — 3 Maggio 2014 @ 10:42
  4. Però co li sampietrini nun pò anna ‘n bici, perché te rompi er …….. deretano. Però prima de la guera ce annavamo guasi tutti.

    Comment di 'svardoASR'29 — 3 Maggio 2014 @ 10:45
  5. Sapeste quante volte mi ci sono incastrata coi tacchi alti

    Comment di principessa — 3 Maggio 2014 @ 14:31
  6. Ciao “princesse”, se dice che: “chi bella vo’ comparì, quarche cosa ha da soffrì”. Amo a vita li sampietrini.

    Comment di 'svardoASR'29 — 3 Maggio 2014 @ 14:46
  7. Anch’io adoro i sampietrini, nonostante tutto!
    Il sindaco sistemasse le strade con le buche invece di sfasciare quelle che stanno bene!

    Comment di letizia — 3 Maggio 2014 @ 16:19
  8. Che vergogna! Il sampietrino caratterizza Roma, ne è un simbolo, è antico e suggestivo, è bello e molto apprezzato da cittadini e turisti. Olretutto l’asfalto, a differenza delle pietre, l’estate rende la città ancora più torrida e meno salubre…

    Comment di Silvio — 3 Maggio 2014 @ 19:21
  9. Pure si nun m’era simpatico e nun lo è manco adesso, Rutelli è stato er rifondatore der sampietrino: l’ha comprati perfino da la Cina.

    Comment di 'svardoASR'29 — 3 Maggio 2014 @ 23:49

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>