Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

15 Dicembre 2009

La TV

Tags: , , ,

20TV

La  TV

 

Me metto a la ricerca de’n canale,

che possa damme gusto quarche ora,

ma fin’adesso nun ne vedo ancora,

e dì che cjo’ ‘na scerta micidiale.

 

Giacchè, pure ch’è ‘n vaso de Pandora,

satellite o terestre e in diggitale,

nun riesco a trova’ nulla de speciale,

e questo un po’ me puzza e un po’ m’accora.

 

Sarò io che cjo’ gusti da fighetto,

che so’ palloso e troppo esiggente,

o sarà sta tivvu’ ch’è ‘n gabbinetto?

 

E mentre che me paro deficiente,

a famme sti penzieri, indentr’ar letto,

ve smorzo a tutti e nun me frega gnente…

 

Stefano Agostino

______________________________

  1. Caro Stefano è ufficiale la TV nn esiste più. Questa è spazzatura che ci offende continuamente, strumentalizza il corpo delle donne, cerca di lobotomizzare il cervello dei nostri giovani e cerca di trasformare la nostra vita in un reality. Siamo sottoposti continuamente a bombardamenti di pubblicità e alla NON informazione, perché solo così possiamo essere manipolati. SPEGNIAMO LA TV E ACCENDIAMO IL CERVELLO.
    (Scusa lo sfogo)

    Fede

    Comment by Federica_Perla — 15 Dicembre 2009 @ 10:45
  2. Scusa di che, purtroppo è tutto come dici tu.

    Comment by Stefano — 15 Dicembre 2009 @ 11:22
  3. Ormai tutti gli strumenti mediatici sono sistematicamente indirizzati a manipolare e inebetire unicamente per fini commerciali. Riprendo quindi lo slogan di Federica: spegniamo la tv e accendiamo il cervello, ma aggiungo anche apriamo un libro!

    Comment by Silvio — 15 Dicembre 2009 @ 11:48
  4. Io sto facendo scorte di libri e DVD: sarò anormale?

    Comment by Principessa — 15 Dicembre 2009 @ 18:56

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>