Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

25 Maggio 2016

Er più arto in grado

Er più arto in grado

***

Me devi dì, ma chi te penzi d’èsse,

co ’st’aria che ce l’ha er più arto in grado,

quanno te ’ncontro, e grazzie a Dio è de rado,

p’avé un “bongiorno” tuo, prego a tre messe.

 ***

L’educazzione conta e io ce abbado,

pure si sto a mannà un SMS,

co te posso accettà pure scommesse,

ma riesce a sortì prima er sette ar dado.

 ***

Mó prenno carta e penna scrivo a getto,

’sta dedica rimata in cui t’accanno,

che m’esce come ch’esce er “DO” de petto.

 ***

E senza manco più che me ce addanno,

io te saluto qua, porgo rispetto,

e dritto a quer paese te ce manno.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Me devi dì, ma chi te penzi d’èsse,
    co ’st’aria che ce l’ha er più arto in grado,
    quanno te ’ncontro, e grazzie a Dio è de rado,
    p’avé un “bongiorno” tuo, prego a tre messe. … (continua)

    Comment di Stefano — 7 Agosto 2014 @ 07:15
  2. E io mi aggrego a te per mandarlo a quel paese!
    Fantastico il pensiero del giorno.

    Comment di letizia — 7 Agosto 2014 @ 12:18
  3. Er fatto de pote’ manna’ a quer paese, chi ce sta sopra le sacre sfere, è ‘n’utilissima e sarvifica varvola de sfogo. Infatti dopo che ce l’hai mannato, te vie’ spontaneo de fa’: aaaahhh!!!!

    Comment di 'svardoASR'29 — 7 Agosto 2014 @ 15:25
  4. Quanti palloni gonfiati con quell’aria di supponenza ci circondano… ehh ‘sta gente non ha proprio capito niente della vita!!! Il più grande infatti – come ci insegna il Vangelo – è quello che si mette al servizio degli altri, è l’ultimo che diventa il primo!

    Comment di Silvio — 25 Maggio 2016 @ 11:01
  5. Davanti al Creatore siamo tutti uguali, anzi sono proprio gli ultimi ad essere più amati!
    Buona Giornata!

    Comment di letizia — 25 Maggio 2016 @ 13:37

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>