Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

15 Gennaio 2015

Mai co ‘na “mail”

Mai co ‘na “mail”

***

‘Na mail pe chiude er conto co ‘sta storia,

pe dì che stai co un artro e dà l’addio

a un rapporto logoro e stantio,

che, come er sarmo, ormai è finito in gloria.

***

‘Na mail, me stai a capì, ma dico io

pe cancellà er passato ch’hai in memoria,

mannanno un sentimento a fà cicoria,

ma chettefrega a te, ché tanto è er mio.

***

‘Na mail così pe stà a evità er passaggio

de dillo in faccia, cosa assai più ardita,

ch’avrei apprezzato p’onestà e coraggio.

***

‘Na mail pe dimme da quant’è finita,

come a puntualizzà quanto so’ gaggio,

e a cui ho risposto solo: “Bona vita”.

***

Stefano Agostino

____________________________

***

  1. ‘Na mail pe chiude er conto co ‘sta storia,
    pe dì che stai co un artro e dà l’addio
    a un rapporto logoro e stantio,
    che, come er sarmo, ormai è finito in gloria. … (continua)

    Comment di Stefano — 15 Gennaio 2015 @ 08:20
  2. Quelli che scaricano il compagno, il dipendente o l’amico con una mail sono degli spregevoli vigliacchi, che non hanno il coraggio delle proprie azioni, né il coraggio di guardarti negli occhi.
    Buona giornata a tutti

    Comment di letizia — 15 Gennaio 2015 @ 11:26
  3. Brutto modo de lasciasse
    dopo tutti questi mesi,
    nimmanco li sordi spesi
    pe’ invià n’essemmeesse.

    😉

    Comment di Gabriele — 15 Gennaio 2015 @ 18:27
  4. Bello l’inizio: Mai co n…

    Comment di Laio — 16 Gennaio 2015 @ 08:29

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>