Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

5 Febbraio 2020

Er Mascherone – La Bocca de la Verità

Er Mascherone – La Bocca de la Verità

***

Te sgama già da quanno sei a distanza,

te fa co l’occhi ’na radiografia,

co quelo sfreggio in faccia dà aritmia,

ner mentre t’avvicini e er passo avanza.

 ***

Barbuta e tonna, scarto d’osteria,

sta pronta a bocca aperta e a tutta panza,

a mordete la mano si hai bardanza,

de appoggialla lì e dì ’na bucìa.

 ***

Così che se tramanna a fà memoria,

’sta storia co cui er caro “Mascherone”,

c’è ito avanti e cià vissuto in gloria.

 ***

Ché in fila c’è er turista d’occasione,

pronto a infilà la mano, dì ’na storia,

speranno nun je resti un mozzicone.

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Te sgama già da quanno sei a distanza,
    co l’occhi te fa ’na radiografia,
    co quelo sfreggio in faccia dà aritmia,
    ner mentre t’avvicini e er passo avanza. … (continua)

    Comment by Stefano — 26 Luglio 2015 @ 15:50
  2. Se fosse vero che morde, i nostri governanti sarebbero tutti monchi!
    Buona giornata!

    Comment by letizia — 11 Agosto 2015 @ 11:33
  3. Bongiorno, l’aria pare arifrescata, de poco, ma se pò sta senza condizzionatore.
    Bongiorno Letizia, dici che i nostri governanti sarebbero tutti monchi? No! So’ troppo furbi e la mano cor cavolo che ce la metterebbero.

    Comment by 'svardoASR'29 — 11 Agosto 2015 @ 12:05
  4. Questo sonetto e’ un capolavoro, un sollucchero in rima, un baba’ ripieno di arguzia. Chapeau, signori, standing ovation per il nostro Poeta

    Comment by pablo bighorn — 13 Agosto 2015 @ 19:59
  5. E’ veramente singolare, direi anche bizzarro, che si faccia la fila per visitare una modesta pietra di marmo rappresentante una divinità fluviale la cui funzione nell’antica Roma era favorire il deflusso dell’acqua piovana, sostanzialmente un tombino. Il paradosso è spendere del tempo per mettere la mano nella bocca del Mascherone e tralasciare di visitare opere di elevatissimo valore artistico e storico che la nostra città eterna custodisce in quantità come nessun’altro luogo al mondo.

    Comment by Silvio — 5 Febbraio 2020 @ 09:12
  6. Il Mascherone è talmente famoso che c’è la fila anche di un chilometro per mettere la mano dentro la sua bocca: cose che si vedono solo a Roma che sempre, nonostante tutto, è la città più bella del mondo!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 5 Febbraio 2020 @ 11:24

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>