Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Poesie romaniste

22 Luglio 2021

22 luglio 1927

22 luglio 1927

***

Ner millennovecentoventisette,

22 lujo, uffici der Vicario,

Italo Foschi, omo leggendario,

vorze riunì tre squadre benedette …

***

Così quer giorno c’era ‘sto scenario,

Alba, co Fortitudo e Roman strette,

in un’Associazzione a tre, perfette,

lassanno fòra tutt’er circondario.

***

Nacque così pe noi l’A.S. Roma,

cor giallo-oro e rosso-pompeiano,

la Lupa e du’ gemelli pe assioma.

***

E da quer giorno er vero romano,

pe ‘na questione più de cromosoma,

la tifa, senza mai passà la mano.

***

Stefano Agostino

***

PER IL VIDEO-SONETTO VAI QUI: 22 luglio 1927

***

******

  1. Ner millennovecentoventisette,
    22 lujo, uffici der Vicario,
    Italo Foschi, omo leggendario,
    vorze riunì tre squadre benedette … (continua)

    Comment by Stefano — 22 Luglio 2015 @ 03:11
  2. Auguri cara magica Roma e onore ai nostri gloriosi colori!!!

    Comment by Silvio — 22 Luglio 2021 @ 08:52
  3. AUGURI MAGICA ROMA! nel bene e nel male grande AMORE mio!
    Buon pomeriggio.

    Comment by letizia — 22 Luglio 2021 @ 15:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>