Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

8 Dicembre 2015

8 dicembre 2015: inizzia er Giubbileo

8 dicembre: inizzia er Giubbileo

***

Semo arivati ar giorno tanto atteso

de l’apertura de la Porta Santa,

inizzia er Giubbileo, la Tera canta

e je fa eco er Cèlo inzù sospeso.

***

E Roma se prepara tutta quanta

a accoje er pellegrino a braccio teso,

che voja venì qua co sguardo acceso

 e còre trabboccante che lo ‘ncanta.

***

Papa Francesco qui aprirà la porta

e tutti quanti appresso in fila, addietro,

ma ‘gni anima che passi resti accorta …

***

… che la Misericordia è un gran trofeo,

che nun se vince a arivà a San Pietro,

ma ch’arigala Dio, lì è er Giubbileo.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. Semo arivati ar giorno tanto atteso
    de l’apertura de la Porta Santa,
    inizzia er Giubbileo, la Tera canta
    e je fa eco er Cèlo inzù sospeso. … (continua)

    Comment di Stefano — 8 Dicembre 2015 @ 08:04
  2. Bei versi che cantano il Giubileo della Misericordia! Che il Signore tocchi il cuore dei violenti per ricondurli nelle Sue Vie.

    Comment di letizia — 8 Dicembre 2015 @ 14:12
  3. Amen.

    Comment di Stefano — 8 Dicembre 2015 @ 17:01

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>