Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

9 Dicembre 2015

Er senzo der Giubbileo

 Er senzo der Giubbileo

 ***

Che Grazzia e che grannezza è un Giubbileo,

ma tocca intenne mejo che comporta,

nun è solo er passà sotto a ‘na porta

e er recità un “Gloria excelsis Deo” …

***

… a aripulì ‘gni omo, che ‘na vorta

ch’è tranzitato, appresso a un gran corteo,

sott’a ‘na Porta Santa, era reo

e mó ‘gni macchia se n’è ita sciorta.

***

Ce vole un pentimento e che sia vero,

voja de cambià rotta e de aprì er còre,

a Dio e a l’artro e che sia sincero …

***

… ne la rima più facile, l’Amore,

allora sì che, unita a “Credo” e “Spero”,

 c’è la Misericordia der Signore.

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Che Grazzia e che grannezza è un Giubbileo,
    ma tocca intenne mejo che comporta,
    nun è solo er passà sotto a ‘na porta
    e er recità un “Gloria excelsis Deo” … (continua)

    Comment di Stefano — 9 Dicembre 2015 @ 09:36
  2. “…era reo e mó ‘gni macchia se n’è ita sciorta” in una frase hai sintetizzato il senso del Giubileo: lavare il peccato, purificare l’anima, riconciliarsi con Dio abbracciando il suo dono gratuito e per tutti, la misericordia!

    Speriamo di “giubilare” anche stasera all’Olimpico e provare a raddrizzare la stagione giallorossa che si sta accortocciando su se stessa. Passare il turno porterebbe denari e fiducia. Castan è recuperato, Strootman lo sarà presto, con un paio di innesti di mercato si possono puntellare i reparti più sofferenti. E’ doveroso chiudere decorosamente il 2015 per lasciarci margini di rimonta in campionato!

    Comment di Silvio — 9 Dicembre 2015 @ 09:52
  3. Grande Stefano questi versi sono bellissimi!
    Buona Giornata!
    ….
    Speriamo bene per stasera: ormai a questa squadra non ci credo più.

    Comment di letizia — 9 Dicembre 2015 @ 11:28
  4. Sortanto du’ parole pe’ er valore morale e religioso der Giubileo e, scusate l’iriverenza, p’a Roma stasera: IO CREDO!

    Comment di RomamoR AsR '929 — 9 Dicembre 2015 @ 17:45
  5. Simpatico er giochetto de parole ner “Penziero der giorno”.
    Vojo fa’ ‘na domanna a chi me sa leva’ ‘n dubbio: ma oggi è Lunedì? Si perché me pare d’ave’ capito che l’artro ieri era sabato.
    Nun ce sto a capi’ più gniente.

    Comment di 'svardo AsR '929 — 9 Dicembre 2015 @ 17:50

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>