Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

11 Maggio 2016

Li striscianti

Li striscianti

***

Un’artra bella chicca der Paese

è quella de frodà cor cartellino,

uno che timbra a fà da manichino

e l’artri tutti artrove in artre imprese.

***

Co ‘sto giochetto, quinni, ‘gni matino

 pe tutte le giornate lungo er mese,

risurteno in servizzio e a costà spese,

perzone che se dànno ar nascondino.

***

Chi a fà un artro mestiere, chi in vacanza,

chi a riposo, chi a fasse ‘na corzetta,

ma chi a la scrivania de la sua stanza?

***

A parte quela gente ch’è costretta

a striscià er cartellino in nuncuranza

si c’è ‘na telecammera che aspetta.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. Un’artra bella chicca der Paese
    è quella de frodà cor cartellino,
    uno che timbra a fà da manichino
    e l’artri tutti artrove in artre imprese. … (continua)

    Comment by Stefano — 11 Maggio 2016 @ 08:29
  2. Come è un reato lo sfruttamento del lavoro in nero è giustamente altrettanto reato simulare di lavorare!
    Dove c’è mancanza di cultura civica c’è terreno fertile per questi fenomeni, per la corruzione, per l’evasione fiscale e per le mafie. Se tutti facessimo il nostro dovere di cittadini con scrupolo e coscienza questo sarebbe un paese molto diverso.

    Comment by Silvio — 11 Maggio 2016 @ 10:02
  3. Questo è lo specchio del Paese: siamo governati (se va bene) da incompetenti, che per primi si fanno gli affari loro e delle loro caste. Perciò che cosa ci possiamo aspettare dai furbetti che occupano posti fissi, che rimangono vuoti?!? Non so se è sempre andata cosi e non lo sapevamo o è peggiorato tutto.
    Buona giornata.

    Comment by letizia — 11 Maggio 2016 @ 10:25
  4. Buongiorno. Il problema è che non ci sono i controlli da parte di chi dovrebbe farli. Se ne buggerano i capi e i dipendennti ne approfittano. Ho scoperto questo trucco nel 1965: un giorno, vedendo che la rastrelliera dei presenti era piena, mi sono incuriosito e ho fatto il giro dei varì reparti, riscontrando tre assenze dal posto di lavoro. Fatta adeguata ricerca ho appurato che erano effettivamente assenti. Nei giorni seguenti ho ripetuto i controlli riuscendo a scoprire i “servizievoli marcatori”. Logicamente è seguito adeguato rapporto all’ufficio del personale in sede. Il consiglio di fabbrica ha fatto proteste, ma i licenziamenti sono stati atti dovuti.

    Comment by 'svardo AsR '929 — 11 Maggio 2016 @ 11:49

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>