Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

9 Novembre 2016

Monno in TRUMPpola

Monno in TRUMPpola

 ***

Ha vinto Donald Trump. Nun è ‘no scherzo.

C’è poco assai da ride dopo er voto,

l’America fa un sàrto in de l’ignoto,

co Trump, che ero certo avesse perzo.

***

E invece vedo già dumila foto

der parucchino arancio pe traverzo,

a gongolà raggiante dritto verzo

de Washington ‘ndó parcheggià la moto.

***

Com’è che mó l’americani ponno

fidasse … capirai, l’hai messa in banca …

de chi vò giocà a Risiko cor monno?

***

E er coraggio a questo nun je manca

de fà scoppià le guere e un finimonno,

seduto sur “WC”  a la Casa Bianca.

**

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. Ha vinto Donald Trump. Nun è ‘no scherzo
    C’è poco assai da ride dopo er voto,
    l’America fa un sàrto in de l’ignoto,
    co Trump ch’ero certo avesse perzo. … (continua)

    Comment by Stefano — 9 Novembre 2016 @ 08:40
  2. Chissà come ha fatto a rivoltare le carte! Sembrava fatta per Hillary! Ma, FORSE, questo diavolo non è così brutto come ce l’hanno fatto apparire. Preghiamo Dio e speriamo bene.
    Buona Giornata!

    Comment by letizia — 9 Novembre 2016 @ 11:43
  3. Ciao tutti!!! Pareva, sembrava, ma nun è stato che l’Hillary vinceva l’elezzioni. invece ha vinto ‘o Stron… ops S(mac) Donald. Vacce a capi’ quarcosa>; ha’ visto mai che è mejio cosi? Boh! Haz… loro, abbasta che nun vengheno a chiede’ de conto qui ……. ‘n colonia.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 9 Novembre 2016 @ 17:29

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>