Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

3 Marzo 2017

Sei come sei

Auguri Arianna

***

Ecchite qua, più arta de ‘na spanna

rispetto solo a quarche giorno prima,

l’occhi li stessi fari azzuri in cima

ch’avevi sei anni fa, mia dorce Arianna.

***

E io da zia te dedico ‘sta rima,

che viè dar còre e quinni nun se ‘nganna,

pe celebbrà la gioia come manna

che me dai tu e quanta nun c’è stima.

***

Sei anni, compreanno, tanti auguri,

tra Lego e unicorni e mille giochi

e  da dentini a denti più maturi.

***

Ancora arcuni mesi, pochi pochi,

e ariva scòla e un monno de futuri

ch’hanno da sluccicà come li fochi.

***

Auguri Arianna anche da parte mia

Stefano Agostino

___________________________

***

Complimenti zia Deborah per aver realizzato questo video:

 Sei come sei

***

  1. Ecchite qua, più arta de ‘na spanna
    rispetto solo a quarche giorno prima,
    l’occhi li stessi fari azzuri in cima
    ch’avevi sei anni fa, mia dorce Arianna. … (continua)

    Comment by Stefano — 3 Marzo 2017 @ 08:20
  2. Tanti Auguri Arianna, sei bellissima!!!!!!!!

    Comment by letizia — 3 Marzo 2017 @ 08:56
  3. Bongiorno. Grazioso sonetto dedicato a una bimba, che penso, dolcissima. AUGURI Arianna!

    Comment by 'svardo AsR'29 — 3 Marzo 2017 @ 09:04

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>