Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

10 Dicembre 2018

L’anzia

Ansia

L’anzia

******

Nemica dichiarata senza appello,

te strigne in gola e te riappalla l’occhi,

ar còre pompa er sangue e li rintocchi,

li senti dritti fin’a su ar cervello.

***
E’ l’anzia, che te prenne e te fa a tocchi,

paura de cascà indentr’ar burello,

pe  ‘sto futuro ch’è un indovinello,

da scioje, che nun basteno tarocchi.

******

Avoja a dì “fa’ scivolatte tutto!”,

ché fin’ a che nun passa stai aggitato,

più peggio assai der mare er peggio flutto.

***

Quanno l’ostacolo l’hai superato,

l’anzia bastarda se ne va e, ner lutto,

te lassa un mar de testa pe legato!

******

Stefano Agostino

___________________________________

 

  1. Sacrosanta verità. Penso che chi più o chi meno, l’avemo provata tutti. Certe vorte pare ch’è ita liscia, ma ha lassato comunque er segno. Poi in vecchiaia se conteno le mozzature. Ahinoi!

    Comment di 'svardo — 4 Marzo 2010 @ 10:07
  2. é proprio così…come al solito hai colto nel segno!

    Comment di Daniele Sololupo — 4 Marzo 2010 @ 11:26
  3. Io sono una persona abbastanza ansiosa, e a volte ricorro a rimedi un po’ drastici per tranquillizzarmi 🙂

    Comment di Principessa — 4 Marzo 2010 @ 14:03
  4. Nemica dichiarata senza appello,
    te strigne in gola e te riappalla l’occhi,
    ar còre pompa er sangue e li rintocchi,
    li senti dritti fin’a su ar cervello.

    Comment di Stefano — 10 Dicembre 2018 @ 05:49
  5. Quando guardo o ascolto la partita della mia squadra del cuore, mi prende un’ansia che non mi lascia fino a quando la partita non è finita! E’l’unica volta in cui mi sento ansiosa, e, con i tempi che corrono, ne ho ben donde!
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 10 Dicembre 2018 @ 11:02
  6. L’ansia è una compagna invisibile che accompagna la vita di tutti, chi più chi meno. Bisogna imparare a conviverci, a gestirla, a prevenirla quando è possibile. Quando passa il tempo spensierato dell’infanzia e dell’adolescenza la vita diventa un crescendo inesorabile di responsabilità, problemi quotidiani e preoccupazioni che generano, appunto, ansia…

    Comment di Silvio — 10 Dicembre 2018 @ 12:49

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>