Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

12 Marzo 2010

L’esperto sciatore

Tags: , , ,

 sciatore

L’esperto sciatore

 

Quanno ch’ariva er tempo dell’inverno,

programmi la tua settimana bianca,

che già pe’ sceje er dove te ce manca,

er tempo ch’usò Dante a fa’ l’Inferno.

 

‘Na vòrta visto er posto vai in banca

e apri un mutuo, ch’è da lì in eterno,

convinto da quarche addetto interno,

che ha già piazzato reni, cornea e anca.

 

Mo’ ecchite lassù, ‘n cima ar pendio,

‘na tuta semaforica s’avvista,

su quer cucuzzolo ‘ndo sembri un dio.

 

Più che ‘no stile er tuo è ‘na cosa mista,

tra “casco”, “volo”, “ruzzolo” e “nun scio”,

sinnò p’urla’, mentre svalanghi,  PISTAAAAAA…

 

Stefano Agostino

______________________________

  1. caro stefano 6 proprio in gamba penso ke comincerai aaaaa battetela coo er trilussa…npò diverso certo..xò ste..complimenti davvero..ciai lo stile della romanità..cosa ke morti se sò dimenticati..se ste belle poesie se potessero cantà..beeh te dico ke te farei pià er posto de paolo…granneeeeeeeeeeeeee steeeeeeeeee….

    Comment by alex fantomas — 12 Marzo 2010 @ 10:21
  2. Grazie Alex. Un abbraccio.

    Comment by Stefano — 12 Marzo 2010 @ 10:27
  3. Io farei un film, ispirato a queste poesie, magari con NOI bloggers come attori 😀

    Comment by Principessa — 12 Marzo 2010 @ 13:39

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>