Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

21 Agosto 2018

A casa tua

A casa tua

***

Capisco, ner paese tuo de alieni

nun c’è ‘sta cosa mai de usà er sapone,

fasse ‘na doccia, come da copione,

e quanno venghi qui nun te trattieni.

***

Come te se presenta l’occasione

fai un bagno a la fontana e nun t’astieni

dar fàllo nudo, anzi nun te freni

te fai riprenne, mentre fai er buffone.

***

Sicuro che nun te succede gnente,

coinvorgi anche l’amichi tua ar sollazzo

facenno a gara a chi è er più deficènte.

***

Ve prennerebbe a tutti voi der mazzo,

pe rispedivve a carci immantinente

a casa vostra e no qui a rompe er cazzo.

***

Stefano Agostino

___________________

***

  1. Capisco, ner paese tuo de alieni
    nun c’è ‘sta cosa mai de usà er sapone,
    fasse ‘na doccia, come da copione,
    e quanno venghi qui nun te trattieni. … (continua)

    Comment di Stefano — 21 Agosto 2018 @ 03:34
  2. Intra immigrati clandestini o no e turisti incivili da sfascio, sta città è tornata a li tempi de’ barbari. Tocca ariesuma’ li legionari (esercito), pe’ cerca’ de mette ‘n freno. I VV.UU. de Roma Capitale scarseggieno e, quei pochi, nun sanno a chi da li resti. Purtroppo, l’esempio osceno, trova immediati imitatori.

    Comment di 'svardo — 21 Agosto 2018 @ 04:43
  3. Quello che non possono fare a casa loro, vengono a farlo qui e nessuno glielo proibisce. Intanto gli faccio pagare una multa bella salata e poi li caccio via a pedate! Che vergogna, siamo diventati una città da quarto mondo.
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 21 Agosto 2018 @ 11:13
  4. Entrare in una fontana non è così grave come deturpare un monumento, è comunque vietato per ragioni di decoro, una goliardata che va quindi sanzionata.

    Comment di silvio — 21 Agosto 2018 @ 11:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>