Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2018-19

27 Agosto 2018

Roma – Atalanta

Roma – Atalanta: 3-3

***

Pe come ch’è venuto er punticino

dopo quer primo tempo da vergogna,

ch’avrebbe meritato vera gogna,

pe quanto scarzo, è pure un ber bottino.

***

Segna Pastore, tacco e già se sogna,

ma è un incubbo a firm de Tarantino,

prenni tre go’ come un regazzino,

co l’Atalanta che guasi te ‘nfogna.

***

Poi ner seconno tempo cambia er vento,

la Roma torna squadra e gioca forte,

Florenzi segna er due, rabbia e talento.

***

E sur finì c’è Manolas che sorte

sarà abbonato ar terzo go’, lo sento,

pe un tre pari che … poche artre vorte.

***

Stefano Agostino

***

  1. Pe come ch’è venuto er punticino
    dopo quer primo tempo da vergogna,
    ch’avrebbe meritato vera gogna,
    pe quanto scarzo, è pure un ber bottino. … (continua)

    Comment by Stefano — 27 Agosto 2018 @ 23:05
  2. Francamente sul tre a uno ho spento tutto e sono andata a cena, non sopportavo di vedere quella squadra che non era la mia Roma. Quando sono tornata ho visto il pareggio e posso dire che non me l’aspettavo. Quando questo ridicolo presidente pallotta se ne andrà sarà sempre troppo tardi. Hanno venduto pure Strootman a mercato chiuso. Ma per piacere ci mancava pure monchi. Chissà cos’altro vedremo! BUFFONI.
    Buonanotte.

    Comment by letizia — 27 Agosto 2018 @ 23:50
  3. E’ stato subito evidente il ritardo atletico rispetto all’Atalanta che correva il doppio e arrivava prima su ogni pallone. Sulle scelte di mercato della società e su quelle tecniche dell’allenatore le risposte ce le darà presto il campo.

    Comment by Silvio — 28 Agosto 2018 @ 10:10

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>