Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2018-19

24 Novembre 2018

Udinese – Roma

Udinese – Roma: 1-0

***

Nun c’è da dì granché, mejo stà zitti,

d’artronne che pòi aggiunge a l’evidenza?

De troppe cose se lamenta assenza,

co li probbremi che se fanno fitti.

***

‘Ndov’è che sta, nun so, la diriggenza?

E certi giocatori che sò fritti?

E li traguardi che mó quanno affitti,

prima de chiude a un posto de decenza?

***

Nun è la sosta de la Nazzionale,

nun è un passaggio a vòto che succede,

è tutto che nun va o gira male.

***

C’è chi sta cosa qua nun la vò vede,

ma intanto stamo a un mese dar Natale,

co l’artre a córe e noi a liscià er piede.

***

Stefano Agostino

***

  1. Nun c’è da dì granché, mejo stà zitti,
    d’artronne che pòi aggiunge a l’evidenza?
    De troppe cose se lamenta assenza,
    co li probbremi che se fanno fitti. … (continua)

    Comment by Stefano — 24 Novembre 2018 @ 19:16
  2. Questa non è più la MIA ROMA! Ormai si pensa solo a vendere i migliori! se pallotta e tutti gli altri buffoni della sua corte non se ne vanno in fretta, la vedo nera.

    Comment by letizia — 25 Novembre 2018 @ 11:42
  3. Rega, resto romanista e seguirò sempre sti colori, ma nun entrerò più ner merito e cercherò de nun tenemme ‘nformato, pe’ seguita’ a campa’, co”n pò de tranquillità, quello che m’è rimasto. Se dice che: “Occhio nun vede, còre nun dòle!
    Cmq ovnq smpr FORZA ROMA!!!

    Comment by Romamor ASR'29 — 25 Novembre 2018 @ 16:47

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>