Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

1 Febbraio 2019

Ricerca de un parcheggio

Ricerca de un parcheggio

***

Sò ormai tre ore che, come ‘na trottola,

giro e ariggiro attorno a ‘st’isolato,

a quello prima e a l’artro ch’è piazzato,

in de ‘na sottospèce de viottola.

***

Sto in cerca, ma me paro un disperato,

de un posto auto che nun sia ‘na frottola,

che nun m’arischio un córpo de pallottola,

da chi l’avesse prima già sgamato.

***

Ma gnente. Nun lo trovo manco a occhio,

de quelli che nun c’entra che un go-kart,

più che parcheggio, sò ‘no scarabbocchio.

***

Ecco, laggiù, vicino a li bidoni,

tra quelle due … aspe’ … no, c’è ‘na Smart,

… l’impiccherebbe appeso a li cojoni.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Sò ormai tre ore che, come ‘na trottola,
    giro e ariggiro attorno a ‘st’isolato,
    a quello prima e a l’artro ch’è piazzato,
    in de ‘na sottospèce de viottola. …

    Comment by Stefano — 1 Febbraio 2019 @ 00:12
  2. Noi romani abbiamo il brevetto per il parcheggio, vista infatti la tanta domanda e la poca offerta, abbiamo tutti imparato a creare fantasiosamente un posteggio. Ormai a Roma non si dice più trovare posto ma “inventsse ‘n parcheggio”!

    Comment by Silvio — 1 Febbraio 2019 @ 09:17
  3. Ok,vabbeh, er problema c’è e è de difficile soluzione, ‘n quanto tutti ‘o volemo sotto casa o se stamo fòra pe’ fa’ ‘a spesa, volemo ‘a machina sotto ar culo. Meno male che so’ 19anni che ho lassato ‘a quattroròte, ma parcheggiavo ando’ trovavo erprimo posto,senza fa’ tanta ricerca epoi annavo a pedagna ando’ serviva da anna’. Me so’ ‘mparato a nna’ cor mezzo pubblico e nun m’incacchio più.

    Comment by 'svardo — 1 Febbraio 2019 @ 09:44
  4. Per trovare un parcheggio legale a Roma ormai è una cosa impossibile, ma prendere un bus per arrivare in tempo è un sogno!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 1 Febbraio 2019 @ 12:27
  5. Che anche in Florida abbiano lo stesso problema?
    Davanti ad un negozio di Ferramenta c’era libero solo il parcheggio per disabili. Dovevo fermarmi solo per pochi minuti ma, anche se ero fortemente tentato a parcheggiare la’ per quei pochi minuti, ho fatto come ‘svardo, ho parcheggiato piu’ lontano e poi so’ tornato a piedi. So’ stato bravo penserete voi, invece a convinceme e’ stato il grande cartello sul muro proprio di fronte a quer parcheggio che diceva cosi: “Se non sete disabili quando parcheggiate qui, lo sarete di sicuro prima che ven’annate!”.

    Comment by romanocanabahamese — 2 Febbraio 2019 @ 01:02

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>