Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

8 Aprile 2019

Legami da slegà

Legami da slegà

***

Slegà er legame è un po’ contraddittorio,

ma vojo qui spiegà ‘st’intennimenti,

ner campo de l’affetti e sentimenti,

in modo da trasmette a l’uditorio …

***

… le regole da mette, intranzigenti,

no quelle sorte da Montecitorio,

che sò più o meno fatte co l’avorio,

quann’er potere è carie pe li denti …

***

… ma solo quelle che ‘gni relazzione,

se fonni già su libbertà e fiducia,

mai su ‘na forma de coercizzione.

***

Si nun se vò che poi un rapporto sdrucia,

fiducia e libbertà sò la pozzione,

che slega ‘gni legame e nun l’abbrucia.

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Slegà er legame è un po’ contraddittorio,
    ma vojo qui spiegà ‘st’intennimenti,
    ner campo de l’affetti e sentimenti,
    in modo da trasmette a l’uditorio …

    Comment di Stefano — 8 Aprile 2019 @ 05:30
  2. Sacrosanto Stè, ci si sente legati a qualcuno per libera scelta e sempre senza coazione, corde o manette. Ma questa è quasi un’ovvietà, solo nella piena libertà può esserci sincerità in un rapporto umano.

    Comment di Silvio — 8 Aprile 2019 @ 10:32
  3. A volte certi legami sono insopportabili e dai quali non sempre ci si può liberare!
    Buon pomeriggio.

    Comment di letizia — 8 Aprile 2019 @ 16:29
  4. Caro Silvio, vero che sia un’ovvietà, ma vero che tante persone si legano a nodi impensabili e che non riescono più a sciogliere, perché si dimenticano che l’uomo nasce libero. E Dio così lo vuole.

    Comment di Stefano — 8 Aprile 2019 @ 17:42

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>