Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

26 Marzo 2019

A la ricerca de sé

A la ricerca de sé

***

La vita, ch’è la cosa più prezziosa,

pe segnà er tempo ch’è a disposizzione,

e daje un senzo e ‘na collocazzione,

ar passo de ‘gni giorno in cui se dosa.

***

E spigne a la ricerca e a la raggione,

de tutto er firm montato co ‘gni posa,

de l’Oggi che a Domani se lo sposa,

pe diventà ‘no Ieri ne l’unione.

***

Ma a la scoperta der significato,

ner mentre che la trama prenne forma,

è solo l’omo a èsse deputato.

***

Perciò sarebbe bona legge o norma,

fàlla cor fine de trovà er tracciato

giusto pe lui, prima che s’addorma.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

 

 

  1. La vita, ch’è la cosa più prezziosa,
    pe segnà er tempo ch’è a disposizzione,
    e daje un senzo e ‘na collocazzione,
    ar passo de ‘gni giorno in cui se dosa. …

    Comment di Stefano — 26 Marzo 2019 @ 05:37
  2. L’attenta ricerca di sé stessi e la piena realizzazione delle proprie ambizioni umane è giusta, legittima e necessaria. Spesso però il mondo intorno a noi è talmente ripugnante che il primo proposito tende a raggiungere un compimento solo parziale. Riflessione personale s’intende…

    Comment di Silvio — 26 Marzo 2019 @ 10:49
  3. Molto bello il sonetto di oggi che ci invita andare alla ricerca di noi stessi! E’ tutto il giorno che ci sto pensando e ancora non riesco ad esprimere quello che sento. Mi rendo conto solo di una cosa: il tempo è trascorso così in fretta che non ho fatto quasi nulla di quello che avrei voluto!

    Comment di letizia — 26 Marzo 2019 @ 18:05

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>