Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2018-19

8 Maggio 2019

sCONTEnti

sCONTEnti

***

Nun è nemmeno che nun viè più Conte,

(cor passaporto tutto juventino),

è quer ch’ha detto che fa più casino,

ner senzo che c’è zero a l’orizzonte.

***

Pe dì che tra la Roma e er suo cammino

nun ce sò qui le connizzioni pronte,

vor dì ch’è segno che da ‘sto ber fronte

nun c’è la voja de cambià er destino.

***

Come pe intenne che nun ce sta spazzio

pe fà ‘na Roma forte pe davero,

no quella che s’azzuffa co la lazzio.

***

Nun è pe Conte, pure bianconero,

ma manca er quibus pe pagà quer dazzio,

pe fà ‘na ROMA degna der suo impero.

***

Stefano Agostino

***

  1. Nun è nemmeno che nun viè più Conte,
    (cor passaporto tutto juventino),
    è quer ch’ha detto che fa più casino,
    ner senzo che c’è zero a l’orizzonte. …

    Comment di Stefano — 8 Maggio 2019 @ 05:30
  2. Ma che dobbiamo commentare! ma davvero si pensava che sarebbe arrivato quello juventino?
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 8 Maggio 2019 @ 12:41
  3. Ma cosa dobbiamo commentare! ma davvero si pensava che sarebbe arrivato quello juventino?
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 8 Maggio 2019 @ 12:41

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>