Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

21 Maggio 2019

Un maggio come questo

Un maggio come questo

***

Nun s’aricorda un maggio come questo,

co ‘na temperatura da febbraio,

che a tratti è anche più freddo de gennaio,

ma maggio diciannove penza ar resto.

***

Artri anni era da mare e co la sdraio,

quello de oggi è inverno o troppo presto,

o troppo tardi giunto ner contesto,

e che stracina più de quarche guaio.

***

Co pioggia, vento e grandine costanti,

er sole scapoccella più a sorpresa,

tra nuvoloni neri e borbottanti.

***

Ma io nun me lamento de ‘sta pesa,

c’è tempo pe quela callaccia avanti,

che tifo perché resti ancor sospesa.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

 

  1. Nun s’aricorda un maggio come questo,
    co ‘na temperatura da febbraio,
    che a tratti è anche più freddo de gennaio,
    ma maggio diciannove penza ar resto. …

    Comment di Stefano — 21 Maggio 2019 @ 05:31
  2. Mercoledì scorso, giornata fredda e piovosa, alle ore 16 mi ha impressionato vedere il fiato farsi fumo come in pieno inverno. A metà maggio!
    Poi tra i potenti della terra c’è ancora chi fa finta di niente o minimizza sul cambio climatico globale…

    Comment di Silvio — 21 Maggio 2019 @ 11:03
  3. Siamo in troppi a vivere su questo pianeta che non ce la fa più a contenerci: in meno di 50 anni abbiamo distrutto più del 60% delle specie animali e vegetali e anche per questo il clima è cambiato!
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 21 Maggio 2019 @ 12:03

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>