Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

9 Settembre 2019

Lotta ar lunedì

Lotta ar lunedì

***

L’ho scritto, l’ho ariscritto e scritto ancora,

si so’ ripetitivo, me ne scuso,

ma pure lui, che torna co l’accuso

‘gni sette giorni, che cos’è allora?

***

Er lunedì da sempre è un grosso abbuso,

è un attentato lungo ‘gni sua ora,

nun cià rispetto, manco a la bonora,

quanno che lassa er posto suo de ‘ntruso.

***

Si se metteva già ‘na vorta ar mese,

e no ‘gni settimana co l’inganno,

sarebbe stato certo più cortese.

***

Pe quanto, a volella dì coretta,

abbasterebbe già ‘na vorta a l’anno,

che venghi lunedì … quann’è Pasquetta!

***

Stefano Agostino

____________________

***

  1. L’ho scritto, l’ho ariscritto e scritto ancora,
    si so’ ripetitivo, me ne scuso,
    ma pure lui, che torna co l’accuso
    ‘gni sette giorni, che cos’è allora?

    Comment di Stefano — 9 Settembre 2019 @ 05:17
  2. Il nemico pubblico è sempre quello: per abbatterlo non c’è sabotaggio, imboscata, rappresaglia o l’ingaggio di un tiratore scelto, solo il trascorrere del tempo con l’approdo alla sospirata pensione sarà in grado di neutralizzare questa calamità che ciclicamente si abbatte sulle nostre vite

    Comment di Silvio — 9 Settembre 2019 @ 09:48
  3. Volete sentivve mejo?
    Ringraziate Iddio che nella settimana de Lunedì…….ce ne’ solo uno!

    Comment di romano cb — 9 Settembre 2019 @ 11:06
  4. Per me ormai il lunedì è uno dei sette giorni della settimana! Godetevelo adesso il lunedì, perché dopo avrà un sapore leggermente più amaro!
    Buon Lunedì.

    Comment di letizia — 9 Settembre 2019 @ 11:29

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>