Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

12 Dicembre 2019

L’Attore principale

L’Attore principale

***

Te cerco tra l’addobbi e nun Te vedo,

e dì che sei l’Attore principale,

senza de Te, ma che vor dì er Natale?

Sarò ‘no scemo, eh sì, ma me lo chiedo.

***

In mezzo a ‘st’atmosfera generale,

de luci a intermittenza e der coredo

de nastri e de nastrini, nun ce credo

che Tu nun ce stai manco in laterale.

***

E me domanno, ma che se festeggia?

E perché mai se scambieno l’auguri,

si manchi Te e nun c’è chi Te conteggia?

***

Ce s’aritrova pe magnà deppiù,

ma c’è rimasto chi ancora se curi

de Te che nasci, oh Bambin Gesù?

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Te cerco tra l’addobbi e nun Te vedo,
    e dì che sei l’Attore principale,
    senza de Te, ma che vor dì er Natale?
    Sarò ‘no scemo, eh sì, ma me lo chiedo. —

    Comment di Stefano — 12 Dicembre 2019 @ 05:38
  2. Hai colto nel segno stavolta Stè, ed è esattamente quello che cercavo di spiegare l’altro giorno quando scrivevo di essere infastidito da addobbi e lucine a decorare compulsivamente ogni cosa per festeggiare qualcosa di totalmente scollato dall’autentica ricorrenza cristiana che è appunto la nascita di Nostro Signore.

    Comment di Silvio — 12 Dicembre 2019 @ 10:12
  3. Gesù non nasce solo il 25 dicembre, ma nasce ogni giorno nei nostri cuori ed è sempre presente, basta ascoltarlo!
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 12 Dicembre 2019 @ 11:23
  4. Silvio non c’è nulla in contraddizione con quanto ho affermato nei precedenti sonetti, per me. Comunque mi fa piacere che condividiamo lo stesso pensiero.

    Comment di Stefano — 12 Dicembre 2019 @ 16:03

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>