Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

26 Dicembre 2019

Cinquanta

Cinquanta

***

Amico mio co oggi fai cinquanta,

lo so, nun lo vòi dì, … dimolo piano,

sò dieci lustri … e te ce vò ‘na mano,

(anzi no, venti) … e sia ‘na mano santa.

***

50 … e ce lo so che te fa strano,

nun te li senti, ma la vita canta,

tutta passata … e er còre assai se vanta,

da romanista ortre che romano.

***

Er compre-astico, cinque decine,

e tanti affetti attorno a scallà er còre,

dono de Fede che nun cià confine.

***

Auguri, vecchio mio, e ch’er Creatore,

te assista sempre fin’ ar cartello “fine”,

senza fatte mancà sostegno e Amore. 

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Amico mio co oggi fai cinquanta,
    lo so, nun lo vòi dì, … dimolo piano,
    sò dieci lustri … e te ce vò ‘na mano,
    (anzi no, venti) … e sia ‘na mano santa. …

    Comment by Stefano — 26 Dicembre 2019 @ 06:51
  2. Tanti Auguri fatti col cuore a te caro Stefano! Buon comple…astico! sei ancora un giovanotto!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 26 Dicembre 2019 @ 11:56
  3. Buon 50mo Compleanno Stefano!!

    Augurannote de pote’ continua a scrive a lungo, “Roma in rima”,
    continuando cosi’ a deliziarci col romano idioma,
    mentre che renni sempre piu’ gloria alla nostra bella città’,
    la “Caput Mundi”, la nostra amata …..Roma!!

    ps: A 50 anni non e’ piu’ solo la Polizia ma anche il tuo Dottore che comincerà’ a dirti di …….. Rallentare!!

    Comment by romano cb — 26 Dicembre 2019 @ 13:21
  4. Grazie Letizia e Romano. Di cuore.

    Comment by Stefano — 27 Dicembre 2019 @ 03:20

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>