Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

2 Marzo 2020

Senzo de incertezza

Senzo de incertezza

***

Se vive un granne senzo de incertezza,

pe ‘sto coronavirus misterioso,

chi dice “No, nun è pericoloso”,

co artri pari a dì che cià fattezza …

***

… de pandemia e male assai dannoso,

pe aumentà così l’insicurezza,

e nun se sa a chi crede e ce s’attrezza,

a evità er contaggio dar “lebbroso”.

***

Ner monno che procede a la rovescia,

p’er COVID19 ce se ‘mpalla

se chiude tutto de corza e de prescia.

***

Che tutto è a l’incontrario, e qui lo scrivo,

pe dà un esempio o mejo, di ‘na galla,

da infetti, ma che c’è de “positivo”?

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Se vive un granne senzo de incertezza,
    pe ‘sto coronavirus misterioso,
    chi dice “No, nun è pericoloso”,
    co artri pari a dì che cià fattezza …

    Comment by Stefano — 3 Marzo 2020 @ 05:34
  2. I nostri parlamentari ci dicono tante bugie! Dov’è la verità lo sanno solo loro. Io ,invece, mi chiedo a chi giova?
    Buon pomeriggio!

    Comment by letizia — 3 Marzo 2020 @ 17:56
  3. …..Il morbo infuria, il pan ci manca,
    sul ponte sventola, bandiera bianca!
    Ce risemo? Speramo de no!

    Comment by romano cb — 3 Marzo 2020 @ 23:48

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>