Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

7 Marzo 2020

Er “virus” da combatte

Er “virus” da combatte

***

Contro ‘sto virus ce se pò combatte,

avenno cura de prestà attenzioni,

senza bisogno de fà li sparoni,

de quelli: “È un’influenza” o frasi fatte.

***

Intenno, stà in campana, a occhi boni,

distanze giuste e mani sempre intatte,

restà più a casa, senza stasse a sbatte,

magari cortivanno artre passioni. 

***

Ché si er nemico è er COVID, dichiarato,

che poco se conosce e se misura,

un giorno verà certo debbellato.

***

Nemico peggio, che l’omo snatura,

e da evità, più de ‘gni contaggiato,

è fasse cojonà da la PAURA.

***

Stefano Agostino

________________________

***

  1. Contro ‘sto virus ce se pò combatte,
    avenno cura de prestà attenzioni,
    senza bisogno de fà li sparoni,
    de quelli: “È un’influenza” o frasi fatte. …

    Comment by Stefano — 7 Marzo 2020 @ 05:49
  2. Facciamo quel che si può fare e ci mettiamo nelle mani di Dio: se LUI vorrà ci salverà! Altrimenti…
    Buon sabato.

    Comment by letizia — 7 Marzo 2020 @ 11:13
  3. Complimenti Stefano; ben detto!

    Il grande errore per tutti noi, e’ lasciarsi prendere dal panico,

    …….” è fasse cojonà da la PAURA “.

    Comment by romano cb — 7 Marzo 2020 @ 15:11

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>