Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

13 Maggio 2020

A Deborah

A Deborah

***

L’Amica co la A che c’è più granne,

de Deborah ce n’è sortanto una,

ché come lei nun ce n’è nessuna,

nun è ‘na frase fatta da nun fanne.

***

Lei è così e come fa la luna,

accenne er celo che la notte espanne,

lei è quella che tu quanno che sei in panne,

co lei ariparti e vale ‘na fortuna.

***

Sempre un soriso, sempre ‘na parola,

‘no sguardo solo che vale un abbraccio,

Amiche come lei ce n’è una sola.

***

Lei è così, senza fà trucco o inganno,

13 maggio … oggi … e qui me taccio,

auguri Deborah … bon compreanno.

***

Stefano Agostino

________________________

***

  1. L’Amica co la A che c’è più granne,
    de Deborah ce n’è sortanto una,
    ché come lei nun ce n’è nessuna,
    nun è ‘na frase fatta da nun fanne. …

    Comment by Stefano — 13 Maggio 2020 @ 02:08
  2. Deborah è molto fortunata ad avere te come amico! L’amicizia vera è una gran bella cosa! Tanti Auguri a Deborah anche da me!
    Buona Giornata!

    Comment by letizia — 13 Maggio 2020 @ 12:01

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>