Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

21 Maggio 2020

Graminacee e parietarie

Graminacee e parietarie

***

Le graminacee co le parietarie

fiorischeno intorno a metà maggio,

ma in genere è solo che un assaggio

de quer che fanno a giugno: le più varie…

***

… spruzzate in aria a pollini da viaggio,

che pe narici allergiche contrarie,

come li dorci a denti fanno carie,

sò fonti de stranuti da ortraggio.

***

A maggio e giugno infatti nun a caso,

che m’aritrovo fisso er fazzoletto,

a mo’ de mascherina sopr’ar naso.

***

La notte m’accompagna spesso a letto,

così che dormo er tempo che l’evaso

cià pe fuggì, calannose dar tetto.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Le graminacee co le parietarie
    fiorischeno intorno a metà maggio,
    ma in genere è solo che un assaggio
    de quer che fanno a giugno: le più varie…

    Comment di Stefano — 21 Maggio 2020 @ 03:30
  2. E’ paradossale che il momento più bello dell’anno, quello dell’esplosione della natura in primavera, delle giornate lunghe e del primo meraviglioso caldo, coincida per molti col periodo più tormentato per via delle allergie ai pollini di cui l’aria si carica. Uno scherzo della natura, un prezzo da pagare alla bellezza…

    Comment di Silvio — 21 Maggio 2020 @ 09:11
  3. Primavera: la stagione più bella dell’anno! Ma, come tutto ciò che è molto bello, ha un prezzo da pagare. Io sono molto fortunata a non soffrire di allergie!
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 21 Maggio 2020 @ 10:58
  4. Grazie Letizia e Silvio dei vostri quotidiani interventi che fanno sempre piacere

    Comment di Stefano — 21 Maggio 2020 @ 12:44

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>