Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

4 Agosto 2020

Più de l’acqua der battesimo

Più de l’acqua der battesimo

***

La più mijore de le previsioni,

nun ce sò dubbi, quanno fa ‘sto callo,

è “crollo termico”, ché a nominallo

già sa de temporali e d’acquazzoni.

***

Dopo giornate d’afa e celo giallo,

‘ndó sudeno perzino li pormoni

solo pe respirà, un rombo de tròni,

è un rumore che sa già de sballo.

***

Se dice pe battuta che se suda,

pur l’acqua der battesimo perzino,

quanno la fronte gocciola e trasuda.

***

Ma l’acqua der battesimo … da zotico…

io l’ho finita e m’è rimasto fino

sortanto da sudà er liquido amniotico.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. La più mijore de le previsioni,
    nun ce sò dubbi, quanno fa ‘sto callo,
    è “crollo termico”, ché a nominallo
    già sa de temporali e d’acquazzoni.

    Comment by Stefano — 4 Agosto 2020 @ 05:17
  2. Nessuno è mai morto di sudore, anzi sudare fa bene: attraverso le ghiandole sudorifere espelliamo le tossine cattive e anche la nostra pelle ne trae beneficio. Ciò sempre che ci idratiamo bevendo molta acqua e mangiando frutta di stagione che contiene i sali minerali di cui il nostro organismo ha bisogno.

    Comment by Silvio — 4 Agosto 2020 @ 10:31
  3. Aspettiamo l’estate con tanta ansia e poi ci lamentiamo perchè fa caldo e si suda: ma sudare (come dice Silvio) fa bene!
    Buona estate calda a tutti!

    Comment by letizia — 4 Agosto 2020 @ 11:26
  4. Letizia, io non aspetto l’estate con nessuna ansia. Non tollero il caldo, specie quello anomalo. Quindi non mi troverete mai d’accordo su questo punto. Sudare fa bene è tutto da dimostrare. Punto.

    Comment by stefano — 4 Agosto 2020 @ 14:15

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>