Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

14 Agosto 2020

San Massimiliano Maria Kolbe

San Massimiliano Maria Kolbe

***

Se narra che ‘sto santo in priggionia,

ner lager de l’infamia der nazzismo,

scambiò la vita, in massimo artruismo,

co un condannato padre de famìa.

***

“Prennete me” – je disse co tempismo,

a li nazzisti – “co ‘sta vita mia,

sarvate ‘st’omo”, e fu martyria,

da nun confonne mai co eroismo.

***

Fu martire, testimoniò la Fede,

l’eroe nun lo fa, sta qui la chiave

pe dà risposta a chi già se lo chiede.

***

E prima de morì, pe scerta grave,

Massimiliano Kolbe, Suo erede,

disse a Maria, e spirò, l’urtimo “Ave”.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Se narra che ‘sto santo in priggionia,

    ner lager de l’infamia der nazzismo,

    scambiò la vita, in massimo artruismo,

    co un condannato padre de famìa.

    Comment by Stefano — 14 Agosto 2020 @ 03:46
  2. «…l’odio non serve a niente… Solo l’amore crea!»: una bella frase di questo Santo, che io conoscevo solo per aver letto il suo nome sul calendario e ho scoperto oggi che è stato una persona meravigliosa! San Massimiliano prega per noi e per il mondo intero!
    Buon Pomeriggio.

    Comment by letizia — 14 Agosto 2020 @ 17:03

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>