Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

14 Settembre 2020

Ritorno a scòla der 2020

Ritorno a scòla der 2020

***

Così ch’aricominceno le scòle,

co li banchi che ciànno le rotelle

pe la distanza, armeno così quelle

sò l’intenzioni de chi certo vole …

***

… ariportà scolari co cartelle

a scòla e in sicurezza e senza sòle,

speranno nun rimangheno parole,

‘ste volontà espresse a cinque stelle.

***

Ché certi banchi più che pe distanza

pareno messi come auto a scontro,

pe fà un giorno ancora de vacanza.

***

Spero de no, nun vojo d’annà contro,

ma augurà che vada a ortranza

‘st’anno de scòla sin da quest’incontro.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Così ch’aricominceno le scòle,
    co li banchi che ciànno le rotelle
    pe la distanza, armeno così quelle
    sò l’intenzioni de chi certo vole …

    Comment by Stefano — 14 Settembre 2020 @ 08:29
  2. L’augurio per studenti e professori di un corso scolastico che si avvicini il più possibile alla normalità. E soprattutto che il nostro Governo metta finalmente la scuola al centro delle priorità per il futuro del Paese

    Comment by Silvio — 14 Settembre 2020 @ 09:22
  3. Sarebbe una bella cosa se a scuola ci andassero tutti quelli che ci governano, forse imparerebbero ad essere più presenti per fare il bene dei cittadini! Auguri a tutti gli scolari delle scuole primarie e secondarie!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 14 Settembre 2020 @ 11:19

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>