Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

4 Giugno 2021

Tutti ar mare

Tutti ar mare

***

Er fine settimana a giugno è rito,

de mettese sparmati tutt’in spiaggia,

pe fà la cosa ancor più mejo gaggia,

ciài da passà pe un traffico ’nfinito.

***

Dopo tre ore in fila se smiraggia,

er tuo stabbilimento preferito,

’ndό te ce sei ner tempo ’mpoverito,

a forza de bijetti da bambaggia.

***

Arivi e pe piazzà telo e lettino,

già solo pe ciuccià un’ombra de sole,

te devi straformà in Mago Merlino.

***

Quanno che ce l’hai fatta, si Dio vole,

a stà sdraiato, scommodo, supino,

penzi ch’er mare è bello … a parole.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. Er fine settimana a giugno è rito,
    de mettese sparmati tutt’in spiaggia,
    pe fà la cosa ancor più mejo gaggia,
    ciài da passà pe un traffico ’nfinito. …

    Comment by Stefano — 4 Giugno 2021 @ 22:13
  2. Oggi non mi sembra la giornata adatta per andare al mare: il cielo è tutto grigio e, forse, ci sarà un po’ di pioggia!
    Comunque, Buona Giornata.

    Comment by letizia — 5 Giugno 2021 @ 10:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>