Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

31 Agosto 2021

L’ottavo colle

L’ottavo colle

***

In cima sur piazzale Garibardi,

da ’ndove tutta Roma se riassume,

pòi buttà l’occhio ovunque ortr’er fiume,

da quanno arbeggia fino a sera tardi.

***

E si ce vai de notte, se presume,

ch’è pe scambià parole dorci e sguardi,

co baci e tenerezze da mijardi

de stelle strapuntate a fà da lume.

***

Da sotto ar Faro puntuale er rito,

der gran cannone, a mezzoggiorno esatto,

avverte tutti ch’er pranzo è servito.

***

C’è poi er Fontanone ch’è da scatto,

l’affaccio der terazzo a l’infinito:

“Gianicolo” se chiama ’sto ritratto.

***

Stefano Agostino

____________________

***

  1. In cima sur piazzale Garibardi,
    da ’ndove tutta Roma se riassume,
    pòi buttà l’occhio ovunque ortr’er fiume,
    da quanno arbeggia fino a sera tardi. …

    Comment by Stefano — 31 Agosto 2021 @ 03:38
  2. Molto bella la descrizione del Gianicolo! Roma mia, nonostante tutte le cose brutte che accadono, sei sempre la città più bella del mondo!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 31 Agosto 2021 @ 12:31

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>