Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

9 Dicembre 2021

La tredicesima

La tredicesima

***

È er benedetto “bonus” dicembrino,

che aspetti e l’acquolini tutto l’anno,

pe rimpinzà stipendi ch’ormai stanno,

più che a la frutta, a lo spazzolino.

***

Ma regolare come un compreanno,

’sti sòrdi che ciaveveno er destino,

de ’mpacchettasse in fiocchi cor nastrino,

se sa la fine, invece, poi che fanno.

***

Ché ’sta paghetta, quanto mai speciale,

co tasse, accise e quarche ammortamento,

com’era entrata bene, sorte male.

***

E quer che ammoscia e porta scoramento,

è che pe li regali de Natale,

te tocca da rifà un finanziamento!

***

Stefano Agostino

_____________________

***

  1. È er benedetto “bonus” dicembrino,
    che aspetti e l’acquolini tutto l’anno,
    pe rimpinzà stipendi ch’ormai stanno,
    più che a la frutta, a lo spazzolino. …

    Comment by Stefano — 9 Dicembre 2021 @ 08:12
  2. Invece di fare regali di Natale per rimpinguare le casse di pochi, ricomciamo a dire a tutti BUON NATALE, ma con il CUORE!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 9 Dicembre 2021 @ 11:44

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>