Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

4 Gennaio 2022

Gennaio romano

Gennaio romano

***

Tutte le vorte che riviè Gennaio,

cor freddo che fa batte le brocchette,

co l’infruenza e un pacco de bollette,

più che a un mese fa penzà a un guaio.

***

Comincia co la sfirza de carzette,

che la Befana ariempie dar solaio,

dorce o carbone, si a seconna è Caio

o Tizzio a cui l’appenne a le cappette.

***

Sorzo de sole, quanno è tramontana,

ch’er celo de ’sti tempi spesso è scuro,

ce se ’mbacucca fra piumoni e lana.

***

Dar sette fino a che scavarca er muro,

’gni giorno dura mezza settimana,

ma l’artra mezza è mejo de sicuro.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

  1. Tutte le vorte che riviè Gennaio,
    cor freddo che fa batte le brocchette,
    co l’infruenza e un pacco de bollette,
    più che a un mese fa penzà a un guaio. …

    Comment by Stefano — 3 Gennaio 2022 @ 20:23
  2. Non mi piace gennaio, mese freddo e buio. Mi mette malinconia

    Comment by Silvio — 4 Gennaio 2022 @ 11:39
  3. Gennaio mette ai monti la parrucca, febbraio grandi e piccoli imbacucca, ecc, ecc…! Prima o poi ritorneranno la primavera e l’estate! Basta aspettare.
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 4 Gennaio 2022 @ 12:47

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>