Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

14 Marzo 2022

Caro benzina

Caro benzina

***

Lo dice anch’er ministro Cingolani,

du’ euri e trenta ar litro de benzina,

che poi aumenta pure ‘gni matina,

è un furto in danno a tutti l’italiani.

***

Sarebbe cosa bona e medicina,

prima de oggi, manco de domani,

de ribbassà ‘sti prezzi de l’ottani,

tajanno iva, accise a ‘sta rapina.

***

Si lo dice un ministro der Governo,

c’è da mettese subbito ar lavoro,

pe arisorve ‘sto probbrema interno.

***

Portà la benza a prezzi da decoro,

ché a seguità così vive è un inferno,

pe l’anima de li mortacci loro.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Lo dice anch’er ministro Cingolani,
    du’ euri e trenta ar litro de benzina,
    che poi aumenta pure ‘gni matina,
    è un furto in danno a tutti l’italiani. …

    Comment by Stefano — 14 Marzo 2022 @ 04:47
  2. Tutto è buono per rubare i quattrini ai cittadini! Per questi ladri i soldi da intascare non sono mai abbastanza! Non conoscono la vergogna!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 14 Marzo 2022 @ 12:37

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>