Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

18 Marzo 2022

19 marzo – San Giuseppe

19 marzo – San Giuseppe

***

C’è San Giuseppe, er diciannove marzo,

la festa der papà ner calennario,

de li bignè a la crema e, ner diario,

se stoppa la Quaresima co un barzo.

***

Ma San Giuseppe nun è un corollario,

lo Sposo de Maria, senza ‘no sfarzo,

s’è fatto padre vero, mica farzo,

ner suo Santo impegno volontario.

***

Fu avvertito in sogno e s’è fidato,

de quer che l’Angelo je disse e seppe

curà e protegge er Bimbo appena nato.

***

Sarvò in mezz’ar deserto e tra le steppe,

la Sua Famija da ‘gni attentato,

e crebbe lui Gesù … granne Giuseppe.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. C’è San Giuseppe, er diciannove marzo,
    la festa der papà ner calennario,
    de li bignè a la crema e, ner diario,
    se stoppa la Quaresima co un barzo. …

    Comment by Stefano — 18 Marzo 2022 @ 18:59
  2. Oggi sarebbe stato l’onomastico del mio papà che ci ha lasciati ormai da tanto tempo! Per me rimane il mio eroe e ancora oggi gli voglio tanto bene!
    Buona serata

    Comment by letizia — 19 Marzo 2022 @ 20:59

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>