Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

10 Dicembre 2010

De testa e de còre

de testa e de core

De testa e de còre

***

Più te scervelli, a raggionà de mente,

più cerchi er tema giusto pe’r sonetto,

usanno la capoccia e no cor petto,

più sta’ tranquillo che nun t’esce gnente.

***

Si nun ascorti er core e che t’ha detto,

vai avanti co la testa solamente,

sarà perfetto sì, metricamente,

ma er verzo nun darà arcun effetto.

***

Nun potrai mai sentitte in sintonia,

co quer ch’è scritto in rima senza core,

e che nun cià ‘na goccia de poesia.

***

Che un ber piatto, pure de valore,

quanno che magni poi ‘na zozzeria,

nun je potrà mai fa cambià er sapore.

***

Stefano Agostino

______________________________

  1. Bongiorno Stefano, il tema de ‘sto sonetto esplica, perfettamente, quello che volevo di’ ner commento a la poesia pe’ l’Immacolata. Pòi scrive quello che vòi ma, si nun ce metti er sentimento, nun trasmetti er penziero a l’antri. Io e l’antri che te segueno, te volemo bene pe’ sta’ capacità che nun è da tutti. Armeno così la penzo.

    Comment di RomamoR — 10 Dicembre 2010 @ 09:00
  2. Il sonetto in questo caso è una perfetta metafora della vita: in ogni nostra azione bisogna mèttece TESTA e CUORE!

    Comment di Silvio — 10 Dicembre 2010 @ 11:11
  3. splendida ragione e sentimento…bellissima

    Comment di giuseppe di paola — 10 Dicembre 2010 @ 12:13
  4. Vero Stefano, il cuore e la testa che lotta infinita, ma l’uno nn può esistere senza l’altro.

    Comment di Federica_Perla — 10 Dicembre 2010 @ 14:55
  5. L’Arte abbisogna de Testa e Cuore… Ragione e Passione… se no è un puro esercizio tecnico accademico… Nell’arte figurativa, ad esempio, dopo Michelangelo quelli che vennero dopo furono chiamati Manieristi… Se dice poi che Picasso era così bravo a disegnare con la destra che, per porsi dei limiti, cominciò a disegnare con la sinistra, ottenendo ottimi risultati… Un altro artista,Totti, ha dichiarato invece che, pur essendo così bravo con la ROMA è CERTO che se giocasse con la lazzie farebbe solo schifezze…

    Comment di Luis — 10 Dicembre 2010 @ 19:37
  6. Questo non ti riguarda…..i tuoi sonetti colpiscono diretti al cuore, perchè con quello sono scritti.
    Sei un grande

    Comment di Massimiliano "Bariggio" — 10 Dicembre 2010 @ 21:04
  7. Giusto Bariggio, nun m’è partita la chiosa (problemi al pc) ma E’ CHIARO come il SOLE che Stefano è un GRANDE, E TUTTI NOI GODIAMO DELLA SUA ARTE! DAJE STEFANO, non so con chi ti misuri, che ogni tanto dubiti del Tuo talento… Ma per Noi comuni Lettori Te sei er MEJO!!!

    Comment di Luis — 10 Dicembre 2010 @ 21:37
  8. Un ringraziamento di tutto CUORE e niente TESTA ad ognuno di voi. Grazie

    Comment di Stefano — 11 Dicembre 2010 @ 09:52

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>