Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Poesie romaniste

3 Novembre 2011

90° minuto

90esimo minuto90° minuto

***

Che nostargia de Paolo Valenti,

de Franco Strippoli e quer riportino,

de quanno c’era Tonino Carino,

Giannini da Firenze … ah, che momenti…

***

Rivojo Castellotti da Torino,

e Giorgio Bubba e li collegamenti

co Galeazzi, chili in meno venti,

e Luigi Necco co Gianni Vasino.

***

Me manca NOVANTESIMO MINUTO,

l’inconfonnibbile suo motivetto,

la sigla che partiva e io lì, muto.

***

Sarà che io sò ancora quer bimbetto,

ché, in fonno in fonno, nun sò mai cresciuto,

ma sto ricordo me lo tengo stretto…

***

Stefano Agostino

  1. Bongiorno Stefano, fonte inesairibbole de ricordi. Nun so come fai, ma ariesci sempre a arimoverli da l’oblio e renderli presenti. Nun hai aricordato solo 90° Minuto, anche “Minuto per minuto” co’ Giorgio Ameri. Artro commento nun posso fa’ che quello de ditte: GRAZIE.

    Comment di RomamoR — 3 Novembre 2011 @ 08:21
  2. Pe er penziero der giorno dico che la situazzione è veramente: ‘NA TRAGEDIA GRECA.

    Comment di 'svardo — 3 Novembre 2011 @ 08:24
  3. … bella poesia … bella veramente …BRAVO!!!!!!!!

    Comment di Elio Malloni — 3 Novembre 2011 @ 09:25
  4. Madongi-bongi Stefano, che vaso di Pandora hai aperto! La calma bonaria di Necco circondato da napoletani esagitati, praticamente si faceva fare di tutto; chi lo spettinava, chi gli tirava il microfono, e lui imperturbabile continuava il commento.
    Valenti colto in flagrante dalla telecamera mentre mangiava in studio una crostata durante un collegamento con l’Altra Domenica di Arbore… che belli che erano.
    Riguardo la sigla di 90 minuto, dico solo che per un bel pò è stata la suoneria del mio cellulare. Non aggiungo altro!!!
    Grazie Stè di queste emozioni

    Comment di Pablo BigHorn — 3 Novembre 2011 @ 10:12
  5. Che brividi Stefano…che nostalgia per un mondo, un calcio vero che nn esiste più…grazie per averci fatto sognare ancora, grazie Poeta 🙂

    Comment di federica_perla — 3 Novembre 2011 @ 10:30
  6. Proprio ieri sera dicevo la stessa cosa e tu Stefano l’hai messa in versi, sei grande. RomamoR volevo dirti che Ameri si chiamava Enrico. E vi ricordate la Domenica Sportiva di Enzo Tortora? la vedevano pure quelli che non amavano il calcio!
    Altro che questi di oggi! Pensiero del giorno vero, putroppo!

    Comment di letizia — 3 Novembre 2011 @ 11:28
  7. quella musichetta quando ero bambina,e parlo di 5-6 anni mi annunciava che da li’ a poco avrei rivisto quei colori,,,seppur in bianco e nero….da li e’ nato tutto…

    Comment di ciumachella — 3 Novembre 2011 @ 12:13
  8. Però nella sigla c’era l’immagine fissa della curva della lazio con lo striscione degli eagles supporters e la curva che si andava riempiendo(vabbè riempiendo è una parola grossa). Grande trasmissioni ed interpreti erano persone normali, gente di tutti i giorni.

    Comment di Massimiliano "Bariggio" — 3 Novembre 2011 @ 13:56
  9. Grazie a tutti per i post. Siete sempre carini con me.

    Comment di Stefano — 3 Novembre 2011 @ 14:59
  10. Il vero calcio…!!!
    Noi che… finivamo in fretta i compiti per andare a giocare a pallone all’oratorio o sotto casa….
    Noi che… facendo le conte per le squadre eravamo più crudeli di Rudolf Hess. Palla e porta o scarto? Alcuni di noi non si sono mai più ripresi.
    Noi che… se venivamo scelti per primi ci sentivamo troppo fichi.
    Noi che… chi arriva prima a dieci ha vinto.
    Noi che… a corner tre è rigore.
    Noi che… ‘siete dispari, posso giocà?’ – ‘Eh non lo so, er pallone nun è er mio…….
    Noi che… ‘Che me fate entrà?’ – ‘Si, basta che te trovi un artro, sennò semo dispari!’
    Noi che… cambio portiere, portieri volanti e…battimuro vale? Vale, vale tutto!
    Noi che… la rimessa dal fondo la chiamavamo firichick (il free-kick non sapevamo nemmeno dove stesse di casa)
    Noi che… fra una partita e l’altra ci dissetavamo alla fontanella
    Noi che… avevamo la maglia della nostra squadra e non del giocatore, perché amavamo il calcio più del calciatore
    Noi che… il calcio in TV lo guardavamo solo la Domenica ed il Mercoledì
    Noi che… il giovedì mattina eravamo rincoglioniti perché la sera prima avevamo visto Mercoledì Sport
    Noi che… la Domenica alle 19.00 vedevamo un tempo di una partita di calcio.
    Noi che… alla DS potevamo vedere i servizi della serie A, i gol della B, il gran premio, tennis, basket e pallavolo. Non dovevamo sorbirci ore di stronzate per vedere quattro gol
    Noi che … “Grazzie brevemende” l’abbiamo conosciuto come giornalista
    Noi che… Galeazzi l’abbiamo visto magro
    Noi che… andavamo dall’amica del cuore di quella che ci piaceva e le chiedevamo: ‘Dici a Paola se si vuole mettere con me?’. Dopo un po’ tornava e la risposta era sempre la stessa:’Ha detto che ci deve pensare’
    Noi che… agli appuntamenti c’eravamo sempre tutti, anche senza telefonini.
    Noi che… siamo diventati grandi ma non se n’è accorto nessuno
    Noi che… viviamo lontani, ma quando usciamo di casa e giriamo l’angolo speriamo sempre di incontrarci col pallone in una busta di plastica…!

    Comment di roberto genesis — 3 Novembre 2011 @ 15:28
  11. Roberto……me sò uscite le lacrime…..
    Grazie

    Comment di Massimiliano "Bariggio" — 3 Novembre 2011 @ 15:32
  12. Grande Robbè!
    Io non mi sono mai ripreso…

    Comment di Pablo BigHorn — 3 Novembre 2011 @ 15:52
  13. Letizia, grazie de la precisazzione, ma sai … l’età porta anche ‘sti difetti.
    Ah Robbe’, pare che sei nato a li tempi mia. Puro allora era così, è durato fino a li tempi tua e poi … Pay TV e progressivamente ….. che casinoooo.

    Comment di RomamoR — 3 Novembre 2011 @ 17:09
  14. Magara a li tempi mia ancora nun c’era la TV e co’ le radiocronache c’era consentito de ‘ndovina’. Però c’era er “Carcio Illustrato” che faceva vède, co li disegni, le trajettorie der pallone.

    Comment di RomamoR — 3 Novembre 2011 @ 17:15
  15. Aoh, li ricordi vengheno fòra come pillole; pe senti le radiocronache me mettevo fòra de li bare o de l’osterie, perché a casa ancora nun c’era la radio.

    Comment di RomamoR — 3 Novembre 2011 @ 17:19
  16. NOI CHE …….avete già detto tutto sia STEFANO CHE ROBERTO……due risate ROBERTO ahahhahahah vecchi tempi,nun tornano NOI CHE APENA VEDEMO UN PALLONE CALCIAMO…..
    SEMPRE FORZA ROMA

    Comment di PEDRO — 3 Novembre 2011 @ 18:45
  17. Bei tempi e BELLI TUTTI VOI!!!!!!!!

    Comment di letizia — 4 Novembre 2011 @ 13:50

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>