Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

30 Giugno 2016

La mejo machinetta diggitale

la mejo machinetta diggitale

La mejo machinetta diggitale

 ***

La mejo machinetta diggitale

me fa la foto co l’occhi e er cervello

la manna in stampa ar còre e poi, da quello,

se va a sarvà in memoria cerebbrale.

 ***

E ner passà, da casello a casello,

ner tranzito p’er petto, senza scale,

tigne la foto ar gusto perzonale,

co ‘gni colore der còre pennello.

*** 

E nun la sfoca, anzi, ner ricordo,

la posa s’aricchisce d’emozzioni

che nun ciànno cornici e manco bordo.

 ***

E ar tempo giusto e a le giuste occasioni,

me fa arivive un fatto che nun scordo,

perché ho fotografato senzazzioni.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Me gusta er sonetto de prima mattina.. Ormai è ‘na tradizione come er caffè… ! Buona giornata a tutti!

    Comment by Sololupo — 29 Marzo 2012 @ 07:51
  2. Sei straordinario, ogni giorno superi te stesso! Ha ragione Daniele: la somministrazione quotidiana di una dosaggio controllato di poesia ci ha assuefatti eheheh, a Stè sei un pò come il nostro “medico” …o il nostro pusher!

    Comment by Silvio — 29 Marzo 2012 @ 08:19
  3. Bravo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Comment by gabriella — 29 Marzo 2012 @ 08:45
  4. Stefano, sei di una bravura …mostruosa! e che fantasia!!!!!!!! Grandissimo

    Comment by letizia — 29 Marzo 2012 @ 09:36
  5. Bellissima Poesia, Stefano!!!
    Mò, guardano le Donne che amamo quanno se truccano l’occhi in maniera così sofisticata, come famo a nun dije…
    Ammazza che belle cornicette digitali che ciai !!!

    Comment by Luis — 29 Marzo 2012 @ 11:50
  6. Grazie a tutti per i vostri commenti

    Comment by Stefano — 29 Marzo 2012 @ 17:11
  7. La mejo machinetta diggitale
    me fa la foto co l’occhi e er cervello
    la manna in stampa ar còre e poi, da quello,
    se va a sarvà in memoria cerebbrale. … (continua)

    Comment by Stefano — 30 Giugno 2016 @ 08:25
  8. Già….. E fortunatamente ste foto e sti ricordi nessuno te le po’ ruba

    Comment by laura — 30 Giugno 2016 @ 08:43
  9. Gli occhi del cuore e dell’anima colgono inevitabilmente ciò che nessuna fotocamera, anche la più tecnologica, può captare!

    Comment by Silvio — 30 Giugno 2016 @ 09:19
  10. Bongiorno. Sto modo de fotografa’ e sviluppa’in istantanea, m’ariporta a la memoria fotografica, che m’arigala sempre li ricordi der vissuto de tant’anni fa. Si fosse possibbile stampa’ cor penziero su supporto fisso, n’escirebbe ‘n firme da nun fini’ mai.

    Comment by 'svardo AsR '929 — 30 Giugno 2016 @ 09:37
  11. E’ bellissima: Quello che gli occhi vedono si stampa nel cuore e rimane per sempre!!
    Buona Giornata!

    Comment by letizia — 30 Giugno 2016 @ 11:18

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>