Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

1 Giugno 2012

Le “fecce” tricolori

Le “fecce” tricolori

***

Quanno te sfileranno tutte avanti

l’armate dar Trentino a la Sicija,

ce penzerai a che sta a fà in Emija?

Ma no, ciavrai penzieri più importanti…

***

Così che senza manco batte cija,

in mezzo a tricolori svolazzanti,

tra avieri, marinai, gendarmi e fanti,

te ne strafregherai de ‘gni famija…

***

… ch’ha perzo tutto, causa er teremoto.

“Mannaje aiuti e li soccoritori?

Ciò la parata e in più er milite ignoto”.

***

Poeti, santi, eroi, navigatori?

De che?  L’Itaja, ormai er fatto è noto,

è er posto de le “fecce” tricolori.

***

Stefano Agostino

__________________________

  1. A legge sto sonetto me so’ sentito così accalorato da mannalli tutti amorìammazzati. Figuramece Stefanno che l’ha scritto.
    Annanno avanti de sto passo me vie’ da aricorda la fame de l’ante guera, durante er famoso ventennio. L’hanno e l’avemo sbattuto fòra, quanti artri ventennii so’ passati pe facce sritorna’ addietro?
    Nun solo nun l’avemo sbattuti fòra, ma semo noi che l’avemo eletti.
    Che ber popolo gojone che semo.

    Comment di 'svardo — 1 Giugno 2012 @ 08:39
  2. Penziero der giorno?
    Er codice etico è esistito pe’ Osvardo e DDR, quanno a Prandelli è parso giusto. Era ‘na Nazzionale cor firtro.
    Mo co sti zozzoni che hanno truffato l’onesti scommettitori, dato che so arubbantini e serveno a nun fa brutta figura a l’Europeo, c’aritrovamo co ‘na Nazzionale senza firtro:
    CO L’AMARO DER TABBACCO ‘N BOCCA.

    Comment di 'svardo — 1 Giugno 2012 @ 08:47
  3. Oh, io ho marciato alla battaglia di New Orleans
    Alla fine della prima guerra britannica
    Il giovane paese cominciava a crescere
    Il giovane sangue cominciava a scorrere
    Ma io non marcerò più

    Perché ho già ucciso la mia parte di indiani
    In mille battaglie diverse
    Io c’ero a Little Big Horn
    Ho ascoltato tanti uomini bugiardi
    Ne ho visti molti di più moribondi
    Ma io non marcerò più

    È sempre il vecchio a portarci in guerra
    È sempre il giovane a cadere
    Ora guarda tutto quello che abbiamo
    Conquistato con la spada e il fucile
    Dimmi se ne valeva la pena.

    Perché ho rubato la California al Messico
    Combattuto nella sanguinosa guerra civile
    Si, io ho anche ucciso mio fratello
    E tanti altri
    E non marcerò più

    Perché ho marciato in battaglia
    nelle trincee tedesche
    in una guerra che doveva mettere fine a tutte le guerre
    Oh, devo avere ucciso un milione di uomini
    adesso mi vogliono ancora
    ma io non macerò più

    Perché volavo nel cielo giapponese
    durante la missione finale
    Ho acceso il ruggito del fungo potente
    Quando ho visto le città bruciare
    Ho capito che stavo imparando
    Che non avrei marciato più

    Ora i leader urlano quando
    si smantellano gli impianti missilistici
    La United Fruit urla verso la costa cubana
    Chiamala “Pace” o chiamalo “Tradimento”
    Chiamalo “Amore” o chiamala “Ragione”
    Ma io non macerò più

    Comment di roberto genesis — 1 Giugno 2012 @ 09:37
  4. Il ragionamento da fare è sicuramente più ampio e va al di là del terremoto che ha colpito in Emilia: ha senso, per festeggiare la repubblica italiana, fare una sfilata militare????? La sfilata è da abolire a prescindere da i terremoti o altri eventi, è da abolire e basta.

    SempreForzaRoma

    Comment di Massimiliano "Bariggio" — 1 Giugno 2012 @ 09:53
  5. … giustamente è ridicolo far sfilare i “soldatini” … Io smisi di giocarci intorno al’età di dieci anni …

    Comment di Elio Malloni — 1 Giugno 2012 @ 11:10
  6. Grazie a tutti. Specialmente a Genesis.

    Comment di Stefano — 1 Giugno 2012 @ 11:15
  7. Sfilata del 2 giugno? Io non so voi, ma in questi giorni non riesco a pensare ad altro che non sia il boemo! In questo marciume del calcio, l’AsRoma ha scelto la pulizia, l’onestà, la lealtà, lo spettacolo, il lavoro serio, un progetto sui giovani, la linea antiPalazzo e antiJuve. Fiero di questi colori, strafelice della scelta operata, sto ancora a dita incrociate, bottiglia già in fresco, bandierone pronto a liberarsi dalla polvere accumulata in undici anni…

    Comment di Silvio — 1 Giugno 2012 @ 12:11
  8. L’unica sfilata che farei è quella di rappresentanti di esodati, terremotati, precari, sfruttati, sottopagati, vedove e vedovi di stragi di stato, ricercatori senza futuro, medici volontari, cassaintegrati, sfrattati, ragazze madri, vittime di violenze, omosessuali vessati, innocenti in galera, affamati, ecc. questa è l’Italia che vorrei sfilasse, non gente in uniforme, la cui parata serve solo a far vedere a quelli in tribuna che c’è ancora chi li segue… Se vergognassero… Zozzoni!

    Comment di Sololupo — 1 Giugno 2012 @ 13:22
  9. BRAVI TUTTI: avete detto quello che avrei voluto dire io, ma voi, compreso Stefano, l’avete detto meglio. Applausi per voi, sono fortunata!

    Comment di letizia — 1 Giugno 2012 @ 16:37
  10. OPS!!! Arileggenno li poste, speciarmente er mio, me so’ accorto d’ave’, probabirmente, causato ‘n’equinozio (leggasi “equivoco”).
    Ner “mannalli tutti amorìammazzati” intendo li politici e contorni. Er “Figuramece Stefano …..”; intende comme s’è sentito inca…accalorato quanno ha scritto er sonetto.
    Ho ritenuto mejo chiari’ eventuali dubbi.

    Comment di 'svardo — 1 Giugno 2012 @ 18:11
  11. SENECA diceva pressapoco… A che serve fare economia quanno i soldi son finiti?

    E allora daje, più spennono e più stanno mejo… Spero solo che sia il crepuscolo degli dei…
    Ma più che la parata me faranno schifo quei 2000 invitati circa al pranzo del Quirinale… Senza ritegno, perchè se magna!!!

    SE NE CAcciassero de soldi invece per chi ne ha bisogno, e nnamo!

    Comment di Luis — 1 Giugno 2012 @ 22:15
  12. … MMMMmmm non so se me farà più schifo la parata del 2 giugno o na parata de Buffon in Nazionale…

    Comment di Luis — 1 Giugno 2012 @ 22:16
  13. Ma… a proposito de magnà, ho letto de na prossima cena… L’avete buttata lì ma poi?
    Beh io ce sto, daje alla Garbatella, vojo vedè ‘Svardo e tutti l’amichi…
    Na cosa sobria, me raccomando, niente parata…
    Al limite ‘na paranza! ZZZZzzzz….

    Comment di Luis — 1 Giugno 2012 @ 22:22
  14. Nun m’aricordo chi ha proposto pe primo “CASETA ROSSA”.
    Potrebbe pensacce lui a organizza’? Se conosce l’ambiente è più facile. Chi era? Forse er Sindaco “Sololupo!?
    O Roberto “Bariggio”?Daje che se festeggia l’arivo de Zemanne.

    Comment di 'svardo — 2 Giugno 2012 @ 00:04
  15. Ero io. Concordo col vate e fissamo ‘na data!

    Comment di Sololupo — 2 Giugno 2012 @ 08:27

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>