Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

7 Giugno 2017

La legge der ritardo

La legge der ritardo

***

Ciài fatto caso? Quanno sei in ritardo,

si sei sempre preciso e puntuale,

se mette tutto contro, micidiale,

a arivà ar punto esatto de traguardo.

***

Er traffico, che già de sé è anormale,

mortiprica in volume de un mijardo,

co ‘gni semaforo ch’è più bastardo,

ché beccà un verde è evento eccezzionale.

***

Pe nun parlà nemmeno der parcheggio,

si sei in ritardo e si te dice bene,

lo trovi da ganasce oppure peggio.

***

Chi è ritardatario ne le vene,

nun cià de ‘sti probblemi e guasi a sfreggio,

ariva tardi, senza grosse pene.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

  1. Essere puntuale a Roma è impresa ardua, a cominciare dalla mattina per arrivare al lavoro. E’ un costante percorso a ostacoli irto di insidie, a schivare intoppi, a eludere trappole, a evitare imboscate, a sventare calamità, col livello di difficoltà che aumenta mano a mano che si procede eheheh…!
    Ma è razzista insultare il laziale in quanto minoranza etnica???

    Comment by Silvio — 10 Ottobre 2013 @ 09:53
  2. Certo col traffico di Roma, è una missione impossibile essere puntuali!

    Comment by letizia — 10 Ottobre 2013 @ 11:54
  3. M’aricordo che quanno lavoravo, pe esse’ puntuale escivo da casa co ‘n’anticipo da trequarti a la mezzora. Sia che annavo ‘n machina o cor busse. Raramente ho fatto tardi.
    Pe chi vòle esse’ puntuale è mejo ariva’ in anticipo e, in attesa, leggese “Il Romanista”.

    Comment by 'svardoASR'29 — 10 Ottobre 2013 @ 14:05
  4. Io sono ROMANA e arrivo spesso IN ANTICIPO agli appuntamenti, in barba al traffico…

    Comment by principessa — 13 Ottobre 2013 @ 15:40
  5. Ciài fatto caso? Quanno sei in ritardo,
    si sei sempre preciso e puntuale,
    se mette tutto contro, micidiale,
    a arivà ar punto esatto de traguardo. … (continua)

    Comment by Stefano — 7 Giugno 2017 @ 05:34
  6. IL pensiero del giorno mi suscita un’amara constatazione: in questa città tutto ciò che è buono, utile e vantaggioso è al contempo maledettamente difficile, lungo e pieno di ostacoli!

    Comment by Silvio — 7 Giugno 2017 @ 09:07
  7. In una grande città è molto facile arrivare in ritardo: spesso il traffico sembra impazzito.
    Per quanto riguarda il pensiero del giorno, è in ritardo anche lo stadio. Chissà se lo vedrò mai finito!
    Buona giornata.

    Comment by letizia — 7 Giugno 2017 @ 10:33
  8. Ai tempi che, pe moveme, nun dipennevo da l’antri, arisorvevo er problema partenno in anticipo. Fatti rari ritardi.
    Er fatto d’o stadio, sta a diventa’ ‘na barzelletta e, visto l’annazzo de le cose, posso di’ tranquillamenre: l’avevo previsto; meravija era er fatto che, Marino stava pe’ riusci a sfata”a maledizzione de Roma ‘ncocludente. Questi de adesso, aveveno detto “NO” all’epoca, mo stanno a fa’ de tutto pe manna’ tutto all’aria, facenno finta ch’a còrpa nun è de loro.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 7 Giugno 2017 @ 16:17

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>