Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for the ‘Nuova edizione’ Category

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

21 Luglio 2021

La tirchieria

La tirchieria

***

Che vita grama quella de l’avari,

ch’er grano se lo tengheno in saccoccia,

si c’è ’na cosa ar monno che me scoccia,

è rapportamme a tirchi planetari.

***

Ma dico, e me ce spremo la capoccia,

sbajato sciampagnà, qui semo chiari,

ma peggio più nisconne li denari,

fin quann’er materasso l’accartoccia.

***

Ché fa piacere a tutti stà tranquilli,

avecce un gruzzoletto da riparo,

p’er tempo de li tordi e de li grilli.

***

Ma artro poi è vive da purciaro,

rinunce e stenti, purché l’oro brilli,

gioia d’eredi e der cassamortaro.

***

Stefano Agostino

______________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

18 Luglio 2021

Li sette re de Roma

Li sette re de Roma

***

Er primo re de Roma, er fonnatore,

fu Romolo, che j’ha trasmesso er nome,

scrutò l’ucelli in volo e senza un come,

uccise Remo, zotico invasore.

***

Seguì Numa Pompilio, er portanome,

fu sacerdote e gran carcolatore,

poi Tullo Ostilio, er conquistatore,

che allargò le fronne de ’ste chiome.

***

Fu quarto Anco Marzio, spinto ar Lido,

cià costruito ponti, strade e mura,

Tarquinio Prisco, quinto, senza un grido.

***

Poi Servio Tullio, er cenzo e la misura,

prima de chiude male e dà l’affido,

a Tarquinio er Superbo e fu jattura!

**+

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

13 Luglio 2021

Er posteggiatore

Er posteggiatore

***

Cià l’arte sua de materializzasse,

manco si fusse teletrasportato,

quanno ch’hai preso posto e parcheggiato,

te piomba addosso, come toji er gasse.

***

Poi l’ariguardi, appena posteggiato,

te pare un esattore de le tasse,

borzetta ar collo e tasche a fà da casse,

che te domanni chi ce l’ha mannato.

***

“Giusto un’anticchia – stop – così, preciso,

venghi dotto’, l’aiuto a fà manovra”,

e già t’ha cojonato cor soriso.

***

“E stia tranquillo, je la guardo io”,

ma quello, co tentacoli da piovra,

se ’ntasca l’euro e se ne va … addio.

***

Stefano Agostino

________________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

9 Luglio 2021

Via Veneto

Via Veneto

***

Via Veneto: ’no scatto da rivista,

anche senza ritocchi de colore,

ar nato ricco nun je fa stupore,

pe chi c’è diventato è ’na conquista.

***

Percorza ar passo der rallentatore,

co tutt’er tempo lento der turista,

lei srotola quela sciccosa lista,

de posti ’ndó se ’nghinghera er signore.

***

Arberghi, bar, negozzi e ristoranti,

’gni occasione è bona a fà vetrina,

de perzonaggi noti a tutti quanti.

***

Ma chi mai finirà in copertina,

perché nun cià né carte, né contanti,

la “dorcevita” guarda in cartolina!

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

8 Luglio 2021

Er mejo amico

Er mejo amico

***

Er mejo amico è quello che t’aspetta,

che te sa sta vicino quanno occore,

che pure ’ncasinato, prenne e cόre,

pe dàtte tempo, orecchio, mano e retta.

***

Er mejo amico nun cià da discore,

j’abbasta un’occhiata in tutta fretta,

ha già capito tutto e se staffetta,

pe ditte ’na parola e dà calore.

***

Er mejo amico è er “semprepresente”,

quello che nun se chiama e nun se ’nvita,

ma si nun viè, je faccio sartà un dente.

***

Er mejo amico è chi, si stai in salita,

sa bene quann’è er tempo de fà gnente

e quanno quello de sarvà la vita.

**+

Stefano Agostino

____________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

7 Luglio 2021

Zodiaco

Zodiaco

***

Si vòi gustatte Roma in bella vista,

ciài da salì in pizzo a Monte Mario,

t’affacci da lassù co ’no scenario,

de la città che gongola er turista.

***

Zodiaco, se chiama, er planetario,

er nome de ’sto posto da rivista,

che fa volà da fermi e senza pista,

sopr’a ’sto panorama leggendario.

***

Davanti a te, inzino a l’infinito,

se stenne Roma, come messa in posa,

co l’eco eterna che rintona er mito.

***

Tra l’orizzonte tinto de ’gni rosa,

e er Tevere rifresso rinverdito,

l’azzuro de ’sto celo s’ariposa.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

5 Luglio 2021

Er viaggiatore

Er viaggiatore

***

Er viaggiatore, dico pe passione,

no chi è turista solo de passaggio,

apprezza propio er gusto dentro ar viaggio,

più che ner punto de destinazzione.

***

E s’accontenta anche de un assaggio,

preso da un desiderio ch’è magone,

de coje ar centro tutta l’emozzione,

pe ripartì ner segno d’un miraggio.

***

Co l’occhi se immortala ’gni seconno,

più de ’na machinetta diggitale,

pe imbagajallo impresso in der profonno.

***

Tanto ’na foto, pe quanto speciale,

fusse pure der mejo pizzo ar monno,

nun darà mai l’effetto der reale.

***

Stefano Agostino

_____________________

***