Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

25 Febbraio 2021

La fine der mese

La fine der mese

***

Er cruccio un po’ de tutti sò li sòrdi:

nun sò mai giusti pe quanti ne scuci,

dipenne da la grana che te bruci,

si campi de sospiri o de ricordi.

***

In busta-paga nun ce sò mai luci,

e de l’aumenti è mejo che te scordi,

a quann’a grilli, sia, a quann’a tordi,

’gni giorno vivi sott’a cento duci.

***

Mi’ nonno, m’aricordo, nun capiva,

chi era in bolletta a la fine der mese,

dato ch’er 27 percepiva.

***

Fin’ar 31 lui era un marchese,

pe l’artri 26 nun ce dormiva,

tra buffi, buci, pegni, fidi e spese.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

24 Febbraio 2021

Boccata d’aria

Boccata d’aria

***

Esco da ’sto cemento e sto in terazzo,

p’arigalamme un mozzico de celo,

che s’è ridotto a poco più de un velo,

coperto da le grate der palazzo.

***

Ma da quassù, sfidanno pure er gelo,

me metto a guardà er monno e me sollazzo,

l’inzieme de colori a fà un arazzo,

che cià ’na vita vera ’ndentr’ar telo.

***

Me vedo l’orizzonte in porporina,

che friccica de luce immagginaria,

che ’ndó sto io, nemmanco in cartolina.

***

E propio su ’sta scena planetaria,

co un sorzo in bocca d’aria libbertina,

m’è già passata un’ora … l’ora d’aria.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

23 Febbraio 2021

Veri eroi

Veri eroi

***

Du’ granni servitori de lo Stato,

du’ ommini e du’ fìi de ‘sto Paese,

che pagheno er costo de le spese

ar prezzo ch’è er più arto concordato.

***

Nati pe fà der bene era palese,

anche ner giorno der loro attentato,

ché staveno sur mezzo nun blindato

pe ‘na missione umaniaria ar mese.

***

Luca, ner Congo, era ambasciatore,

Vittorio, je faceva lui da scorta,

carabbiniere de granne valore.

***

Qui er probbrema è de spartì la torta,

ner mentre chi cià a còre er tricolore,

mó sta ‘ndó nun c’è più la gente morta.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2020/21

21 Febbraio 2021

Benevento – Roma

Benevento – Roma: 0-0

***

Un’occasione perza senza appello,

in superiorità … che nun s’è vista,

da mette ne la storia romanista,

te fermi come sempre sur più bello.

***

Doveva èsse certa la conquista

de quer bottino pieno, ma er fardello,

che poi te porti a casa è ‘sto tassello

che vale un punto solo su la lista.

***

Un’artra gara senza tiri in porta,

sennò sur finale a l’arembaggio,

lassa l’amaro in bocca come scorta.

***

Un punto è un punto, ce direbbe er saggio,

famo che ce penzamo un’artra vorta,

ché da domani riprennemo er viaggio.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “Gesù tentato dar diavolo”

Dar Vangelo der giorno: “Gesù tentato dar diavolo”

***

Gesù se ritirò in mezz’ar deserto

e ciarimase pe quaranta giorni,

er diavolo, venuto da li forni,

allora lo tentò e je disse: “Sverto …

 ***

… dije a ’sti serci qui ne li dintorni,

de diventà der pane, ma Lui, certo:

“Nun vive sol de pane l’omo esperto,

cià la Parola, e che co Lei s’adorni!”.

***

Er diavolo provò a tentallo ancora,

mostrannoje er potere e la ricchezza,

simmai Gesù je se prostrasse allora.

***

Ma Lui lo ricacciò ne la schifezza,

da ’ndó veniva e subbito de fòra

un coro d’angeli je fece: “Artezza”.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

20 Febbraio 2021

L’ombrello

L’ombrello

***

Se penza che sia utile si piove,

pe nun bagnasse e mantené un decoro,

sarò ’na voce ch’è fòri dar coro,

ma me domanno: ’ndó stanno le prove?

***

Nun serve a gnente, dico e m’accaloro,

a parte che lo perdo in de ’gni dove,

c’è un fatto che me rode e m’arimove,

che fa l’effetto rosso si c’è un toro.

***

Quanno che gnagnarella nun t’occore,

lo apri e chiudi e manco te ce sfizzi,

si de la pioggia c’è solo l’odore.

***

Ma quanno piove scrosci, spruzzi e schizzi,

nun pò mai riparatte e co stupore,

perzino le mutanne poi te strizzi.

***

Stefano Agostino

________________________

***

La Roma in rima,Massime,Stagione 2020/21

18 Febbraio 2021

Braga – Roma E.L.

Braga – Roma: 0-2

***

A Braga, tera antica in Portogallo,

la Roma porta a casa ‘na vittoria,

pe due a zero e pe parlà de storia,

l’occhio ar ritorno che tocca affrontallo.

***

‘Na gara ch’è da mette già in memoria,

er turno ce sta ancora da passallo,

co ‘sto bottino certo se sta in ballo,

ma nun se pò campà de vanagloria.

***

Er primo go’ de Dzeko a l’inizzio,

poi granne spinta e tanti tiri in porta,

ma pe levasse giusto l’artro sfizzio …

***

… de un seconno go’ ce vò ‘na scorta

de tanto gioco nun senza supplizzio,

co Borja Mayoral e squadra corta.

***

Stefano Agostino

***