Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

26 Ottobre 2020

Misure anti-covid

Misure anti-covid

***

Nun vojo contestà, anzi so’ er primo

che riconosce che ‘sta pandemia,

è dura da gestì, tra economia

salute da difenne … e nun m’esprimo.

***

‘Na cosa vojo dilla, dì la mia,

oggetto de la cosa che ve rimo,

perché chiude chi è in regola, e lo stimo,

co leggi e norme? Nun è mai la via.

***

Perché serrà palestre e ristoranti,

si hanno adottato bene ‘gni misura

de iggiene, sicurezza e stà distanti?

***

Fai chiude chi se sbraca e nun se cura

de li contaggi pe contà contanti,

ma a l’artri nun je strigne la cintura.

**

Smart working pe chi pò e scòle avanti

co la didattica ben più sicura,

misure da pià, in pochi istanti.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

25 Ottobre 2020

Dar Vangelo der giorno: “er comannamento più granne”

Dar Vangelo der giorno:

“er comannamento più granne”

***

Li farisei je chiesero un ber giorno:

“Qual è de Dio er più gran comannamento?”

“D’amallo”, j’arispose in un momento:

“co còre, mente e anima attorno”.

***

E d’un amore vero, intennimento,

che nun se dà p’avé un quarche ritorno,

de quer ch’abbrucia càllo, come un forno,

e nun se spegne co un soffio de vento.

***

Gesù poi continuò: “Ce n’è un seconno

ch’è pari ar primo e ch’è un suo rifresso,

e vale pe ‘gni tizzio de ‘sto monno.

***

È quello d’amà er prossimo ch’è appresso

preciso, uguale, chiaro e a tutto tónno,

a come ‘gnuno ama er suo io stesso”.

 ***

Stefano Agostino

________________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

24 Ottobre 2020

La doppia ora

La doppia ora

***

Er tempo quanno mai aritorna indietro,

né mai se ferma e manco mai s’aresta,

ma un’eccezzione sola c’è, ch’è questa,

de l’ora che pe un’ora torna addietro.

***

Stanotte pe le tre ‘gni mente desta,

si guarda l’orologgio, fronte ar vetro,

vedrà quele lancette tornà retro,

de un’ora esatta, senza dà de testa.

***

Vabbè, lo so,  è un’immagginazzione,

me piace assai penzà a ‘sta doppia ora,

come si er tempo desse un’occasione.

***

Sta a noi sfruttalla, prima che se sfora,

ma er fatto è che ‘gni vorta, da cojone,

sto già a dormì e me svejo quann’è aurora.

***

Stefano Agostino

__________________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2020/21

22 Ottobre 2020

Young Boys – Roma E.L.

Young Boys – Roma: 1-2

***

Chi ben comincia … come dice er detto,

de certo pò valé pe ‘sto girone,

d’Europa League che apre la staggione,

la Roma vince … e questo è già perfetto.

***

Lo fa in rimonta, dopo quer magone

de un primo tempo e co un artro assetto,

via le seconne linee … e l’effetto

è stato mette dentro quer pallone.

***

De Bruno Peres er primo e er seconno

der sor Kumbulla gran ber carciatore,

che già se sa in quanti che lo vonno.

***

Tre punti de bottino e un sentore

che pòi puntà a spigne fino in fonno,

si giochi co la Roma più mijore.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Papa Giovanni Paolo II

Papa Giovanni Paolo II

***

Nun me ne voja mai l’omo de chiesa,

si quanno penzo ar Papa de ’sto monno,

penzo a Giovanni Paolo Seconno,

perdoname Francesco, senza offesa.

 ***

Er fatto è che ’sta goccia giù giù in fonno,

a tocchi a tocchi, lentamente è scesa,

m’è entrata dentro, fin’ a famme presa,

sfiorannome ner centro der profonno.

 ***

E nun me scordo certo quer soriso,

tra acciacchi, guai, penzieri, danni e pene,

pe sempre acceso a illuminaje er viso.

 ***

Più de Natali e più d’Urtime Cene,

pe me ’na frase vale er Paradiso:

“SEMO ROMANI, VOLEMOSE BENE!”

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

21 Ottobre 2020

Er buciardo

er buciardo 

Er buciardo

***

Ma che ce proverai a dì bucie?

Che bella professione e ber mestiere,

quello de chi vò incartà pe vere,

le più fandonie tra le fantasie.

***

Te puzza riccontà cose sincere,

senza artifici e spece de maggie,

pe trasformalle in millanterie

che manni in giro, pure cor coriere?

***

A vòrte dì ‘na balla è opportuno,

ma artra cosa è l’èsse un cantante,

buciardo pure ne l’uno più uno.

***

Ariva er giorno, che nun è distante,

che nun te crederà mai più nisuno,

pure ch’hai detto verità lampante.

***

Stefano Agostino

______________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

19 Ottobre 2020

Er novo ordine mondiale

Er novo ordine mondiale

***

Nun ce sò solo li negazzionisti,

ce stanno quelli co minor fortuna,

che l’omo nun c’è ito su la Luna,

e ce sò sempre li terapiattisti.

***

Ma ora stanno a sorge a una a una

tante artre idiozzie da complottisti,

che dicheno ch’er monno è in mano a tristi

e strani perzonaggi che nisuna …

***

… potenza è lor più forte e più speciale,

che vonno commannà tutta la tera

pe un novo loro ordine globbale.

***

Che serva a compenzà ‘sta nova schiera

er loro ber disordine mentale,

che nun conosce fine, né bandiera ?!?

***

Stefano Agostino

__________________________

***