Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

19 Ottobre 2020

Er novo ordine mondiale

Er novo ordine mondiale

***

Nun ce sò solo li negazzionisti,

ce stanno quelli co minor fortuna,

che l’omo nun c’è ito su la Luna,

e ce sò sempre li terapiattisti.

***

Ma ora stanno a sorge a una a una

tante artre idiozzie da complottisti,

che dicheno ch’er monno è in mano a tristi

e strani perzonaggi che nisuna …

***

… potenza è lor più forte e più speciale,

che vonno commannà tutta la tera

pe un novo loro ordine globbale.

***

Che serva a compenzà ‘sta nova schiera

er loro ber disordine mentale,

che nun conosce fine, né bandiera ?!?

***

Stefano Agostino

__________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2020/21

18 Ottobre 2020

Roma – Benevento

Roma – Benevento: 5-2

***

La Roma ne fa cinque ar Benevento,

ma nun è stata senza sofferenza,

sotto de un go’, poi pari e a intermittenza

vantaggio Roma e pari disattento.

***

Er tre a due che cambia la sentenza,

poi er quattro a levà ‘gni turbamento,

cor cinque go’ de tigna e de portento,

a chiude la partita più che intenza.

***

Er primo go è de Pedro a fà pareggio

er due è de Dzeko, go’ a l’angolino

er tre de Veretout a levà er peggio.

***

Er quattro è de Dzeko, ber bottino,

er cinque, ch’è er più bello a fà punteggio,

de Carles Perez, dar talento fino.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “a Cesare quer ch’è de Cesare

Dar Vangelo der giorno:

“a Cesare quer ch’è de Cesare”

***

Li farisei cercaveno un quar modo

pe fà cascà Gesù in de un tranello,

facennoje chi un quarche indovinello,

chi ‘na domanna pe mettelo ar chiodo.

***

Annorno sì da Lui e tra un questo e un quello,

parole pe ingrazziallo e allungà er brodo,

je chiesero: “Maestro, scioji er nodo,

è giusto pagà a Cesare er gabbello?

***

Gesù che l’ha sgamati in un seconno,

je disse: “Nun ce casco certo, Io,

co ‘sti giochetti strani fino in fonno.

***

‘Sto conio ch’è de Cesare e no er Mio,

rennetejelo a Cesare e a ‘sto monno,

date però a Dio, quer ch’è de Dio.

***

Stefano Agostino

____________________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani

17 Ottobre 2020

A Roma mia

A Roma mia

***

Adoro ’sta città de campanili,

de tetti, case, cupole e mattoni,

de strade strette, vicoli e portoni,

de monumenti, vie, piazze e cortili.

 ***

Adoro ’sta città de chiese e sòni,

negozzi enormi e fiere mercantili,

de ville, ponti, argini e pontili,

de trattorie, de sogni e de canzoni.

 ***

Adoro ’sta città, immenza, eterna,

centro der monno da li tempi antichi,

de vita sempre attiva, ’na cisterna.

 ***

Adoro ’sta città de tutti amichi,

de gente alegra, pure che je ’nverna:

“noi semo noi, ahó, no pizza e fichi”.

***

Stefano Agostino

______________________

***

PER IL VIDEO-SONETTO VAI QUI: A Roma mia

***

******

I sonetti romani,Romanamente

16 Ottobre 2020

SMART WORKING a ortranza

SMART WORKING a ortranza

***

Nun c’è artro da fà, tocca fà fronte,

basta de cincischià, sale er contaggio,

SMART WORKING pe chi pò e fin’a maggio,

pe contené er virus a la fonte.

***

Armeno è ‘na mossa senza ortraggio

de chiude tutto, aiuta a scalà er monte,

e nun spaventi certo ‘st’orizzonte,

de lotta ar Covid de novo passaggio.

***

Ché ner periodo cupo ha dimostrato

er suo valore e tutta l’importanza,

pe cui va riprodotto eppure ampliato.

***

E va lassato pure che a ortranza,

fin quanno che ‘sto virus sarà annato,

SMART WORKING ora e senza ‘na lagnanza.

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani

15 Ottobre 2020

Santa Teresa d’Avila

Santa Teresa d’Avila

***

Er quinnici de ottobbre è in sua memoria,

Santa Teresa d’Avila, la Santa,

che pe la vita de preghiera vanta

d’èsse dottore de la Chiesa in Gloria.

***

E si la Chiesa univerzale canta

le sue virtù che sì hanno fatto storia,

è perché lei, ma senza arcuna boria,

cià avuto er granne dono che l’ammanta …

***

… de rènne comprenzibbili p’er monno,

granni segreti più spirituali,

vissuti co l’Amore in der profonno …

***

… da condivide, in gesti naturali,

tra tutti li fratelli e a tutto tònno,

pe inzegnà Cristo a tutti li mortali.

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

14 Ottobre 2020

DPCM der 12 ottobbre

DPCM der 12 ottobbre

***

Ereno da evità l’assembramenti,

li mezzi pieni, er centro affollato,

co “smart working” generalizzato,

e scòle superiori parimenti …

***

… didattica a distanza com’è stato,

potevi da seguì ‘st’intennimenti,

ché tutti assieme in giro artrimenti,

se forma un ber casino incontrollato.

***

Ma invece che vai a fà? Toje er carcetto,

feste private e chiudi li locali,

a ‘na cert’ora, tutti dentr’ar letto.

***

Ma certo … queste sì sò idee geniali,

ch’er virus già sta a ride come effetto …

ner mentre che affolla l’ospedali.

§§§

Stefano Agostino

__________________________

***