Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2021-22

16 Settembre 2021

Roma – CSKA Sofia Co.L.

Roma – CSKA Sofia: 5-1

***

La Roma vince co ‘sta gran cinquina,

la prima gara de ‘sta nova Coppa,

mettenno ben apposto quela toppa,

de prenne un go’ che puncicava a spina.

***

Ma poi la Roma che qui nun se stoppa,

ha reaggito co l’adrenalina,

in cinque go’ de serie sopraffina,

de classe e tigna che nun è mai troppa.

***

Er pari un super-go’ de Pellegrini,

er due a uno ancora er Faraone,

poi Pellegrini, e tre, quattro Mancini.

***

Poi Tammy Abraham a chiude l’azzione,

p’er quinto go’ e tutti li scarpini

se vanno a riposà da la tenzone.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

16 settembre 88

16 settembre 88

***

Er sedici settembre ottantotto,

me l’aricordo come fusse adesso,

nun se dimentica, io credo, spesso,

er primo giorno de lavoro e trotto.

***

Diciotto l’anni e quarche mese appresso,

un regazzino più che un giovinotto,

a guardà l’artri, granni e grossi, lotto

pe nun scappà, già solo che a l’ingresso.

***

Io che puzzavo ancora de liceo,

che ce facevo in mezzo a quer via-vai

de ommini co l’anni da museo?

***

Ma si quer giorno me n’annavo, sai

quanto me rimpiagnevo ’sto trofeo

d’avé un lavoro da decenni ormai.

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

15 Settembre 2021

Come tira er vento

Come tira er vento

***

So’ stufo de dà giustificazzioni,

pe ‘gni perzona e pe ‘gni atteggiamento,

de dimme … ma, che vòi, sarà un momento,

si fa così ciavrà le sue raggioni.

***

Te spiego un po’ più mejo l’argomento,

sò stanco d’accettà penzieri e azzioni,

in reartà ciò pieni li cojoni,

de chi cià turbe come soffia er vento.

***

Perciò come je gira in quer seconno

sei er mejo amico o er più granne affetto,

da portà in arto fino in cima ar monno.

***

Ma poi te sbrocca senza che j’hai detto

nemmanco “a” … e caschi a lo sprofonno,

… ma sai che c’è?  Sfanculete diretto!

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

14 Settembre 2021

Er mistero de la Croce

Er mistero de la Croce

***

Come Mosè ar serpente ner deserto,

così er Fìo de l’Omo va innarzato,

perché chi mòre nun sia ammazzato,

ma viva in sempiterno. E questo è certo”.

***

Parola de Gesù, che cià indicato,

qual è er passaggio da Lui stesso aperto,

a l’omo pe la Vita e si ha sofferto,

l’ha fatto pe sarvacce dar peccato.

***

Co ‘ste parole anticipa la Via,

ch’è pe la Vita Eterna, pur atroce,

nun ce n’è un’artra. Punto. E così sia.

***

Perciò tocca ascortalla la Sua Voce,

e faje, tutti e ‘gnuno, compagnia,

ne l’èsse crocifisso su la Croce.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2021-22

12 Settembre 2021

Roma – Sassuolo

Roma – Sassuolo: 2-1

***

‘Na gran partita da entrambe le parti,

indubbiamente forte ‘sto Sassuolo,

ma a vorte basta un gesto, uno solo,

che cambia er risurtato in belle arti.

***

La Roma va in vantaggio, ma co dolo,

se fa poi pareggià e nun se scarti,

poi ‘gni intervento der portiere e sparti

che tremeno, ma poi se prenne er volo.

***

Quanno ch’er Faraone in pennellata

disegna un go’ stupenno pare un sogno

la Roma vince pe mano fatata.

**+

Ripenzi ar palo preso e ciài bisogno

de sali pe la rete annullata …

triplice fischio … è tutt’er fabbisogno.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “Simon Pietro”

Dar Vangelo der giorno: “Simon Pietro”

***

Gesù, a li discepoli in preghiera,

je fece allora, in separata sede:

“La gente ve domanna mai, ve chiede

chi so’ e che ce faccio su ’sta Tera?

 ***

Vojo sapé si c’è qui chi me crede,

e crede a ’sta parola mia, ch’è vera”,

a la risposta poi chiese a chi c’era:

“E voi che dite? So’ o nun so’ l’erede?”

 ***

“Tu sei Cristo Gesù, er Fìo de Dio”,

rispose, trasparente com’er vetro,

Simone er pescatore e Gesù: “Io…

 ***

…dico che sei la pietra, e sarai Pietro,

su cui fonnà la chiesa, e er mazzo mio

de chiavi de Lassù, si me stai dietro!”

***

Stefano Agostino

____________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

10 Settembre 2021

11 settembre 2001: cos’è cambiato?

11 settembre 2001: cos’è cambiato?

***

Cos’è cambiato, dimme, da quer giorno?

S’è fatto quarche passo? No, nessuno.

Nun certo ne la testa de quarcuno,

che cià la guera sempre pe contorno.

***

Ché ortre a quela conta de ciascuno,

che ‘gni undici settembre fa ritorno,

de li poracci morti e cari attorno,

nun se fa mezzo passo, manco uno.

***

E si a parole se parla de pace,

de libbertà, de parità e giustizzia,

a strigne strigne assai deppiù je piace …

***

… mettese belli in mostra e fà notizzia,

eppoi commemorà quarche “qui giace”,

  pe poté dì così: “la guera inizzia”.

***

Stefano Agostino

______________________________

***