Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for the ‘Schegge di vita’ Category

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

18 Maggio 2022

Er bonumore

Er bonumore

***

È bello risvejasse la matina,

co ’na battuta che strappa un soriso,

pure si cor cuscino in faccia ar viso,

e si la sveja strilla d’assassina.

***

È quer momento, quello in cui hai deciso,

de collegatte ar monno co la spina,

de ’na risata che mette benzina,

quanno che ancora manco te sei assiso.

***

Così che quer soriso t’accompagna,

pe tutto er giorno, fino a tarda sera

e serve com’er cibbo che se magna.

***

Ché nun ce sta ’na verità più vera,

da scrivela in grassetto a la lavagna,

ch’er bonumore fa quadrà la sfera.

***

Stefano Agostino

______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

17 Maggio 2022

Scerte

Scerte

***

La vita è er risurtato de le scerte,

a cui semo ’gni giorno messi avanti,

da quelle serie a le inzignificanti,

tra chiude porte e lassalle aperte.

***

A vorte co l’appoggio de li santi,

a vorte già praticamente certe,

co scerte sempricissime o sofferte,

ché ponno rigalà sorisi o pianti.

***

Ma quer che conta è ’mboccà un cammino,

quale che sia, pure che va in salita,

a costo de sbajà e de fà un casino.

***

Ché nun sceje l’entrata co l’uscita,

pe la paura de toppà er destino,

è rinuncià a vive poi la vita.

***

Stefano Agostino

______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

16 Maggio 2022

L’invidioso

L’invidioso

***

Stai a penzà a quello che nun ciài,

a misurà chiunque ar bilancino,

già solo che te sveji ch’è matino,

gareggi contr’er monno, come fai?

***

Quell’è riccone che cià er patentino,

e l’artro cià ’na villa ch’è un via-vai,

e l’artro ancora nun l’hai visto mai,

senza “Ferrari” e “Porsche” e tu er “pandino”.

***

Me chiedo ’ndó te porta quer veleno,

gonfio de rabbia e pe nun dì l’umore,

ch’è nero pece quanno sei sereno.

***

Si te girassi addietro pe un par d’ore,

guardanno chi sta peggio e cià de meno,

co quer che ciài diresti: “So’ un signore!”

***

Stefano Agostino

______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

15 Maggio 2022

Dar Vangelo der giorno: “un comannamento novo”

 Dar Vangelo der giono: “un comannamento novo”

 ***

“Ve do” – disse Gesù – “un comannamento,

ch’è novo e che de l’artri ne fa uno:

che ve dovete amà uno, ciascuno,

l’un l’artro co lo stesso intennimento.

***

Amà, però, no come fa quarcuno,

così, tanto pe dì e pe fà contento,

ma co l’istesso, uguale sentimento,

cor quale amate er propio io d’ognuno.

***

In fonno so’ venuto a dà un esempio,

de come s’ama er prossimo, fratello,

che conta più de bazzicà p’er Tempio.

***

Mó tocca a voi, da proseguì ‘st’appello,

m’ariccomanno: nun ne fate scempio,

magara scoprirete quant’è bello!”

***

Stefano Agostino

_________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

13 Maggio 2022

13 maggio: Fatima

13 maggio: Fatima

***

Tredici maggio a Fatima fu er giorno,

de la Madonna e de l’Apparizzione,

che fece a tre pupetti a l’occasione,

che staveno a pasce er gregge attorno.

***

E a cui je fece poi rivelazzione,

de li segreti, tre, a ‘gni ritorno,

Rosario in mano e er silenzio intorno,

co li bimbetti in adorazzione.

***

Jacinta, co Francisco e co Lucia,

li pastorelli ne l’anonimato,

così come l’ha scerti Lei, Maria.

***

Nun pò nun scegne ancora qui ‘na lacrima

p’er 13 de maggio e l’attentato,

ch’er Papa lo sarvò, ner dì de Fatima.

***

Stefano Agostino

____________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

11 Maggio 2022

La calamita

La calamita

***

‘Na cosa che ce viè da l’esperienza,

fatece caso, è legge univerzale,

è a chi se piagne addosso d’usuale,

je casca contro, guasi pe sentenza, …

***

… ‘gni guaio, impiccio, rogna, danno e male,

ch’è pronto a rovinaje l’esistenza,

e che lagnasse, se pò dì ch’è scenza,

cià come effetto suo collaterale …

***

… d’entrà in der mirino de la jella,

che come un infallibbile cecchino,

quanno te punta, spara e te cancella.

***

Così si nun vòi fà ‘sta brutta vita,

nun te lagnà convinto, da cretino,

che de calamità … sei calamita.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

8 Maggio 2022

Mamma

Mamma

***

Ce n’ha bisogno pure er Sor Iddio,

de l’occhi dorci e er còre de ’na mamma,

dà ’na carezza pe ’gni fotogramma,

si n’abbisogna Lui, penza un po’ io.

***

Sarò mammone, nun me pare un dramma,

e si è un probbrema, è un probbrema mio,

nun ce sò scòle su com’èsse fìo,

né libbri da studià co ’sto programma.

***

Da quanno m’ha ospitato ner pancione,

nun m’ha lassato mai, manco un seconno,

senza legamme a lei, come in priggione.

***

Quello che intenno è tanto più profonno,

sta ner soriso giusto a ’gni occasione,

quanno sto in cima e quanno in culo ar monno.

***

Stefano Agostino

_______________________

***