Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for the ‘Tempi d’oggi’ Category

I sonetti romani,Tempi d'oggi

21 Luglio 2020

Recovery fund

Recovery fund

***

L’Europa pare finarmente unita:

er piano de rilancio è approvato,

a la facciaccia de chi cià provato 

a mette veti e chiude la partita.

***

E invece s’è deciso che ‘gni Stato,

co ‘na gran cifra ch’è già stabbilita,

stanziata da l’Europa e garantita,

possa risollevasse dar passato.

***

Ducentonove quinni li mijardi,

l’aiuto pe l’Italia ch’è ottenuto,

pe risanà e arivà a li traguardi.

**li 

Mó nun ce sò più scuse ‘gni minuto

ce sò li sòrdi … e nun sò più buciardi,

perciò chi cià bisogno ciabbia aiuto!

**

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

12 Maggio 2020

“Silvia” o “Aisha” che sia

“Silvia” o “Aisha” che sia

***

Quer che me dà fastidio veramente,

è che da quanno ch’è atterata in poi,

ha smesso d’èsse già una de noi,

seconno l’oppignone prevalente.

***

Come ce fusse poi un noi e un voi,

giudizzi e offese da un sacco de gente,

de chi sa tutto … io che nun so gnente,

me chiedo, ar posto suo, ma quanti eroi …

***

… rapiti da feroci assassini

e detenuti pe 18 mesi,

mó staveno a guardà nome e santini.

***

C’è tempo pe chiarì li fatti intesi,

e pe sgamà li peggio artarini,

ma giudicà così lassa indifesi.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

9 Maggio 2020

Come ar tempo de Caino

Come ar tempo de Caino

***

Pare che l’omo nun ha fatto un metro,

a giudicà da quer che poi succede,

dar tempo de Caino e nun procede

anzi simmai a vorte torna indietro.

***

‘Sta storia ch’è difficile da crede

de ‘na violenza che se porta dietro

artra violenza come specchio e vetro

tutto in frantumi de ‘na vita a chiede …

***

… un sorzo de giustizzia in de ‘no Stato

ch’ormai è aridotto solo a un participio,

e quer ch’è peggio è ch’è pure passato …

***

… co cani a portà l’acqua a quer mulino

pe prenne voti e vince ar municipio …

un metro nun s’è fatto da Caino.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

14 Aprile 2020

Tra virus e fase due

Tra virus e fase due

***

La fase due, è chiaro già da adesso,

sarà più compricata de la prima:

decide chi potrà riaprì in cima,

e chi invece dovrà aspettà er permesso.

***

Nun se pò manco ancora fà ‘na stima,

de chi incomincerà, chi je va appresso,

chi resterà così, chiuso lo stesso,

ce sò ben più variabbili che ar clima.

***

Da soppesà e mette su in bilancia

salute pubbrica e l’economia,

vince la prima, ma l’artra rilancia.

***

Tra er bene de la vita e fà poracci,

combatte er virus e la carestia,

la scerta è tosta … limortaccistracci.

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

2 Marzo 2020

Senzo de incertezza

Senzo de incertezza

***

Se vive un granne senzo de incertezza,

pe ‘sto coronavirus misterioso,

chi dice “No, nun è pericoloso”,

co artri pari a dì che cià fattezza …

***

… de pandemia e male assai dannoso,

pe aumentà così l’insicurezza,

e nun se sa a chi crede e ce s’attrezza,

a evità er contaggio dar “lebbroso”.

***

Ner monno che procede a la rovescia,

p’er COVID19 ce se ‘mpalla

se chiude tutto de corza e de prescia.

***

Che tutto è a l’incontrario, e qui lo scrivo,

pe dà un esempio o mejo, di ‘na galla,

da infetti, ma che c’è de “positivo”?

***

Stefano Agostino

______________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

25 Febbraio 2020

Carnevale de quest’anno

Carnevale de quest’anno

***

Che triste ch’è quest’anno er Carnevale:

senza coriannoli e stelle filanti,

co pochi bimbi in giro e, tutti quanti,

vestiti come pe un giorno normale.

***

Pe ‘sto coronavirus che dà tanti

penzieri, perché ignoto assai è ‘sto male,

e pe ‘sta gran psicosi generale,

che lentamente sta venenno avanti.

***

Rivojo er Carnevale de l’artr’anni,

co Arlecchini, maghi e Colombine,

e Purcinelli in giro, senza inganni. 

***

Co frappe e castagnole e co manine

de pupi a genitori in artri panni …

co maschere e no co mascherine.

***

Stefano Agostino

________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

30 Gennaio 2020

Er “coronavirus”

Er “coronavirus”

***

Mó è psicosi p’er morbo de Cina,

“coronavirus”, nome artisonante,

che fa penzà a ‘na casa regnante,

preoccupanno pe l’onda assassina.

***

De certo nun è mai rassicurante,

er dato che nun c’è ‘na medicina,

che faccia effetto come un’aspirina,

contro ‘sta malatia der levante.

***

C’è da affrontà er probbrema, e pure presto,

e stà in campana su la diffusione,

cercanno de isolà casi da attesto.

***

Ma che poi nun diventi un’ossessione,

o peggio ancora un artro ber pretesto,

‘sto virus pe un razzismo d’occasione.

***

Stefano Agostino

__________________________

***