Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for the ‘Frammenti di Roma’ Category

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

23 Marzo 2021

A Roma mia

A Roma mia

***

Adoro ’sta città de campanili,

de tetti, case, cupole e mattoni,

de strade strette, vicoli e portoni,

de monumenti, vie, piazze e cortili.

***

Adoro ’sta città de chiese e sòni,

negozzi enormi e fiere mercantili,

de ville, ponti, argini e pontili,

de trattorie, de sogni e de canzoni.

***

Adoro ’sta città de luce eterna,

centro der monno da li tempi antichi,

de vita attiva sempre, ’na cisterna.

***

Adoro ’sta città de tutti amichi,

de gente alegra, pure che je ’nverna:

“noi semo noi, ahó, no pizza e fichi”.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

Er Tevere

Er Tevere

***

’Gni giorno che te ’ncrocio de passaggio,

te guardo come fussi mi’ fratello,

pe un attimo, quann’esco dar bordello,

me pare de tuffamme ner miraggio …

***

… ’ndó ce sto io che sargo sur battello,

che guasi me salassa cor pedaggio,

e lento lento ammiro er paesaggio,

de Roma nostra vista dar più bello.

***

Tant’anni fa t’hanno chiamato “bionno”,

pe via de li rifressi color oro,

de brillantina d’acqua fin’ar fonno.

***

Ma oggi li “sapienti” der decoro,

t’hanno cambiato ponti, tinte e sfonno,

pe l’anima de li mortacci loro.

***

Stefano Agostino

________________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani

15 Marzo 2021

Idi de Marzo

Idi de Marzo

***

Er quinnici de marzo è stato er giorno,

quanno che Giulio Cesare ar Senato,

ventitré vorte venne accortellato,

da Bruto, Cassio e Casca tutti attorno.

 ***

Da Bruto, er fìo ch’aveva adottato,

nun s’aspettava certo quer ritorno,

je disse: “Pure tu, der mio dintorno,

me vieni a pugnalà co ’st’attentato?”

 ***

“TU QUOQUE, BRUTE, FILI MI…” in latino

quanno de córpo je s’è fatta notte,

pe Bruto cor cortello d’aguzzino.

 ***

E le parole sue se sò interotte,

poi Cesare morì, ma a l’assassino

voleva dì: BRUTE, FILI MI…GNOTTÆ !!!

***

Stefano Agostino

_______________________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

12 Gennaio 2021

Er Nasone

Er Nasone

***

Stai ferma lì, chissà chi te cià messo,

la faccia cor beccuccio a pennolone,

pe l’artri “fontanella”, qui “Nasone”,

dijelo ar cane che te crede un cesso.

***

Hai dissetato un sacco de perzone,

sputanno l’acqua, pure si in eccesso,

ch’a ripenzacce un po’ deppiù d’adesso,

chi cacchio l’ha pagata ?!? Pantalone ?!?

***

Ma che tristezza mó sapette chiusa,

là sola inzù l’incrocio, in fonn’ar viale,

nemmanco più un fioraro, ormai, te usa.

***

Prodiggio der progresso nazzionale,

t’hanno piombata, come ’na reclusa,

pe daje spazzio a l’acqua minerale.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani

17 Ottobre 2020

A Roma mia

A Roma mia

***

Adoro ’sta città de campanili,

de tetti, case, cupole e mattoni,

de strade strette, vicoli e portoni,

de monumenti, vie, piazze e cortili.

 ***

Adoro ’sta città de chiese e sòni,

negozzi enormi e fiere mercantili,

de ville, ponti, argini e pontili,

de trattorie, de sogni e de canzoni.

 ***

Adoro ’sta città, immenza, eterna,

centro der monno da li tempi antichi,

de vita sempre attiva, ’na cisterna.

 ***

Adoro ’sta città de tutti amichi,

de gente alegra, pure che je ’nverna:

“noi semo noi, ahó, no pizza e fichi”.

***

Stefano Agostino

______________________

***

PER IL VIDEO-SONETTO VAI QUI: A Roma mia

***

******

Frammenti di Roma,I sonetti romani

16 Luglio 2020

La “Festa de Noantri”

La “Festa de Noantri”

***

Festa trasteverina ar ber ricordo

de la Madonna detta “fiumarola”,

che prese er nome, appunto, o la parola

da la statua trovata lungo un fiordo…

***

… a la foce der Tevere, da sola,

bella,  tutta dipinta fin’ ar bordo,

che, storia e tradizzione sò d’accordo,

Roma sarvò da ‘na tempesta viola.   

***

La festa de Noantri, pe dizzione,

se celebbra a Trastevere ‘gni anno

a fine lujo, come da copione.

***

Co l’abbitanti che pe giorni vanno

co ‘sta Madonna in giro, in processione,

p’er fiume e p’er quartiere … de rimanno.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

Frammenti di Roma

30 Giugno 2020

Intervista a Radio 21 aprile web

Intervista a Radio 21 aprile web

***