Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Blog Archives

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

12 Maggio 2022

Le cacche de li cani

Le cacche de li cani

***

A Roma spesso, quanno è buio in via,

pòi acciaccà ’na cacca de li cani,

che ’nzacchera le sòle ’ndó ce frani,

poi guai a chi te sente … mammia mia.

***

Voresti èsse accalappiacani,

così je fai passà la fantasia,

de fà ’sti ricamini co la scia

e d’accorà de puzza li romani.

***

Ma nun t’avvelenà co l’animali,

a cui nun pòi pretenne dà lezzioni,

de pulizzia e bisogni naturali.

***

E strilla invece a tutti li padroni,

de cani che hanno scerto posti e pali,

pe coloraralli gialli o più maroni.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

11 Maggio 2022

La calamita

La calamita

***

‘Na cosa che ce viè da l’esperienza,

fatece caso, è legge univerzale,

è a chi se piagne addosso d’usuale,

je casca contro, guasi pe sentenza, …

***

… ‘gni guaio, impiccio, rogna, danno e male,

ch’è pronto a rovinaje l’esistenza,

e che lagnasse, se pò dì ch’è scenza,

cià come effetto suo collaterale …

***

… d’entrà in der mirino de la jella,

che come un infallibbile cecchino,

quanno te punta, spara e te cancella.

***

Così si nun vòi fà ‘sta brutta vita,

nun te lagnà convinto, da cretino,

che de calamità … sei calamita.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

La Roma in rima,Stagione 2021-22

9 Maggio 2022

Fiorentina – Roma

Fiorentina – Roma: 2-0

***

A ‘sta partita, ‘na parola sola,

che nun pò èsse artro che “stanchezza”,

perciò se conta tutta l’amarezza,

de ‘na sconfitta contro questa Viola.

***

Mai in partita, né mai a l’artezza,

ner mentre l’avverzario tira e vola,

unica vera gioia, Spinazzola

che s’è rivisto in campo e lì se sgrezza.

***

La Roma qui così co ‘sta sconfitta

se rènne un po’ più tosto ‘sto finale,

pe un posto in Europa League da dritta.

***

Ma si nun artro se la gioca uguale,

senz’artri scivoloni co la slitta,

sapenno de quer posto quanto vale.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

8 Maggio 2022

Er lavativo

Er lavativo

***

Er lunedì, nun vado, sto in permesso,

er martedì, riunione sindacale,

mercoledì, congedo parentale,

er giovedì nun posso, ché me stresso.

***

Er venerdì ciandrebbe, ma fa male,

annacce un giorno solo – e che so’ fesso? –

così che allungo – e me sarà concesso –

er fine settimana naturale.

***

E dopo un anno lungo de lavoro,

prenno le ferie a chiude la staggione,

si nun sto in malatia, ché guasi moro.

***

Mó esco, vado in pausa colazzione,

torno pe pranzo e dopo m’aristoro,

penzanno a quanno che annerò in penzione!

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

Mamma

Mamma

***

Ce n’ha bisogno pure er Sor Iddio,

de l’occhi dorci e er còre de ’na mamma,

dà ’na carezza pe ’gni fotogramma,

si n’abbisogna Lui, penza un po’ io.

***

Sarò mammone, nun me pare un dramma,

e si è un probbrema, è un probbrema mio,

nun ce sò scòle su com’èsse fìo,

né libbri da studià co ’sto programma.

***

Da quanno m’ha ospitato ner pancione,

nun m’ha lassato mai, manco un seconno,

senza legamme a lei, come in priggione.

***

Quello che intenno è tanto più profonno,

sta ner soriso giusto a ’gni occasione,

quanno sto in cima e quanno in culo ar monno.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

7 Maggio 2022

Er soriso

Er soriso

***

Ce la pòi fà a tirà su un soriso!

Pure che nun te va, nun dole mica!

Stenni ’ste labbra, Dio te benedica,

bravo, così, perfetto, su quer viso.

***

Ce sei riuscito! È tutta ’sta fatica?

T’ho visto sai che guasi guasi hai riso,

seconno me Lassù ner Paradiso,

’gni faccia te soride già d’amica.

***

Dentro a un soriso ce sta anniscosta,

un’anima che vole sortì fòri,

p’abbraccicasse l’occhi fatti apposta.

***

E nun ce sò ricchezze superiori,

de quella in cui er soriso è la risposta,

a guai, penzieri, infamità e dolori.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

La Roma in rima,Stagione 2021-22

5 Maggio 2022

Roma – Leicester Co.L.

Roma – Leicester: 1-0

***

Godemosela sì e propio tutta:

la Roma ha vinto e se ne va in finale,

stasera questo conta e dà morale,

che urtimamente era un po’ a la frutta.

***

Co bona pace der gufo lazziale,

che appolajato resta a bocca asciutta,

cor trespolo che trema e quant’è brutta,

‘sta serataccia che j’è ita male.

***

Ce basta er go’ de Abraham che de testa,

la mette dentro e gonfia quela porta,

già questo basta pe aprì la festa.

***

C’è tempo pe carmasse e pe ‘na vorta

godemose ‘sta Roma e le sue gesta,

ché sta in finale … e già quest’è ‘na svorta.

***

Stefano Agostino

***