Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Blog Archives

I sonetti romani,Schegge di vita

20 Gennaio 2023

Facile criticà

Facile criticà

***

Facile criticà restanno a séde,

e male giudicà chi a vorte sbaja,

è come vince quanno la battaja,

è solo dar divano che se vede.

***

Ma ce se scorda spesso e ce se scaja

contro chi fa un erore in bona fede,

senza penzà che nun se pò mai chiede,

la perfezzione a l’omo che deraja.

***

Si c’è un assioma ar monno è propio quello

che va da Adamo ed Eva inzino a ora,

senza contà eccezzioni e senza appello …

***

… che pure che c’è gente che l’ignora,

è er fatto che … e in fonno è questo er bello,

chi sbaja sempre e solo chi lavora.

***

Stefano Agostino

___________________

***

I sonetti romani

19 Gennaio 2023

Er temporale

Er temporale

***

Un “flash” che fa ’na foto a tutto er celo,

’no scatto che cattura quer momento,

boato che rimbomba e ch’arisento,

in quer seconno guasi me raggelo.

***

Passa un istante, er celo s’è rispento,

un’artra freccia squarcia in due quer telo,

rischiara er monno, fa tremà ’gni pelo,

troneggia un rombo, je fa eco er vento.

***

Scroscio improviso che raffina l’aria,

in mezzo a ’sto diluvio univerzale,

reggista de ’na scena visionaria…

***

…c’è l’omo che se crede l’immortale,

e nun s’accorge quant’è corollaria,

la vita sua de fronte ar Naturale.

***

Stefano Agostino

______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

18 Gennaio 2023

Er tempo che fu

Er tempo che fu

***

È tipico der riguardà ar passato,

quanno se fa un viaggio de memoria,

aripercore er fatto che fa storia,

pe ripittallo in rosa anticato.

***

Ché ce sò stati attimi de gloria,

un po’ pe tutti pare sia scontato,

ma un fatto ner ricordo è colorato,

de tinte che cancelleno ’gni scoria.

***

Così che sembra spesso ch’er presente,

nun pò regge confronto e paragone,

co tutto quer che fu anticamente.

***

Ma si ricapitasse l’occasione,

de arivive adesso quer frangente,

se capirebbe ch’è tutta impressione.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

16 Gennaio 2023

La mejo fata turchina

La mejo fata turchina

***

Ne li ricordi accesi da pupetto,

nun me posso scordà quant’eri bella,

ner mentre te guardavo e quela stella

tutta turchina, er piccolo e Geppetto.

***

Dorcezza più infinita in propio quella

che sa de granne favola d’effetto,

tu li capelli lunghi, er bell’aspetto

e de Pinocchio “madre” e sentinella.

***

Me rimarà pe sempre indentr’ar còre,

quer tuo soriso, sole de matina,

co l’occhi da Madonna e er Suo calore.

***

Sarai in eterno la fata turchina,

un distillato de pace e d’amore,

mó fa’ bon viaggio e va’ Lassù, ciao Gina.

***

Stefano Agostino

______________________

***

La Roma in rima,Stagione 2022/23

15 Gennaio 2023

Roma – Fiorentina

Roma – Fiorentina: 2-0

***

La Roma vince e fa un’artra vittoria,

de quelle che pe punti sò importanti,

se avvicina infatti, co li guanti,

ar quarto posto che apre ‘na storia …

***

… ma senza guardà adesso troppo avanti,

mettemo in cascina ‘sta bardoria,

e famone ausilio a la memoria,

ner tempo quanno ‘st’urli sò distanti.

***

Doppietta de Dybala e du’ passaggi

de Abraham co du’ assist da delizzia,

tocchi de fino e boni l’ingranaggi.

***

E che ‘sta cosa venghi più propizzia,

anche in futuro senza depistaggi,

c’è ancora ‘na staggione ch’oggi inizzia.

***

Stefano Agostino

***

 

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “ecco l’Agnello de Dio”

Dar Vangelo der giorno: “ecco l’Agnello de Dio”

***

Quanno Gesù agnede dar Battista

e lo guardò ne l’occhi in der profonno,

in quer momento esatto, in quer seconno,

Giovanni disse a chi je stava a vista: …

***

… “Ecco Colui che viè pe destà er sonno,

de chi dorme ar peccato e che s’acquista

co Lui la Redenzione, Lui in pista

pe toje li peccati in tutt’er monno.

***

Io ve battezzo in acqua, Lui accanto,

er Fìo de Dio, Gesù, er vero Agnello,

Lui ve battezzerà in Spirito Santo.

***

Avanti va, pe fàcce da Fratello,

io ve l’ho profetato e quest’è quanto

e nun vedevo l’ora de vedello”.

***

Stefano Agostino

________________________________

***

I sonetti romani,Romanamente

14 Gennaio 2023

13 (o 14?) gennaio: sant’Ilario

13 (0 14?) gennaio: sant’Ilario

***

Er tredici gennaio è Sant’Ilario,

e giusto oggi se ne fa memoria,

ma tempo addietro, e nun parlo de storia,

se festeggiava sempre ar calennario …

***

… ma er giorno dopo e nun è irisoria

‘sta cosa der 14 .. ar contrario,

perché poi cambia tutto lo scenario,

caso de dì davero che va in gloria.

***

Ve spiego er senzo propio der sonetto,

sinnò ve pare a tutti ‘na quisquija,

oggi o domani nun cambia l’effetto.

***

Mi’ padre porta er nome de ‘sto Santo

e pe ‘sto fatto nun se sa in famija

mai quanno festeggiallo e scroccà tanto!

***

Stefano Agostino

_______________________

***