Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

29 Giugno 2018

Li Santi Patroni

Li Santi Patroni

***

San Pietro in fonno a l’Appia, fòri porta,

stava a scappà quer giorno da li guai,

quanno incontrò Gesù: “Signo’, ’ndò vai?”

“A famme crocifigge un’artra vorta”.

 ***

Allora Pietro disse: “Nun sia mai:

’sta capa mia, da la memoria corta,

che me sia messa in croce, capovorta,

ma Tu Signore no, resti ’ndò stai”.

 ***

San Paolo fu, poi, decapitato,

lì ar Santuario de le Tre Fontane,

ch’er capo a ’gni rimbarzo ha zampillato.

 ***

Guasi a scusasse pe ’st’esecuzzioni,

de tutt’e due a Roma j’arimane

d’aricordalli mó Santi Patroni.

***

Stefano Agostino

________________________________

***

  1. San Pietro in fonno a l’Appia, fòri porta,
    stava a scappà quer giorno da li guai,
    quanno incontrò Gesù: “Signo’, ’ndò vai?”
    “A famme crocifigge un’artra vorta”. … (continua)

    Comment by Stefano — 29 Giugno 2014 @ 05:48
  2. Buona Festa dei Santi Patroni a tutti!

    Comment by maria letizia — 29 Giugno 2018 @ 09:46
  3. Bongiorno a tuttiii!!! Auguri de Bon Onomastico a tutti i Pietro e tutti i Paolo. Dopo San Giovanni ecchite ‘n’antra festa tutta romana.

    Comment by 'svardo — 29 Giugno 2018 @ 10:30

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>